Grigliate: 4 varianti da provare e che mettono d’accordo tutti

21 settembre 2016

Grigliata: un’unica parola che racchiude concetti infiniti; basta evocarla per sentire attorno odori, sapori, chiacchiere tra amici, pranzi all’aperto. Per la grigliata, l’unico vero elemento insostituibile è la griglia: che sia di acciaio, ferro o ghisa, è sulla griglia che devono essere cotti tutti gli ingredienti. Sul resto (pietanze, stoviglie, salse, invitati), si può discutere. i wurstel sono un elemento imprescindibile per la grigliata, costituiscono sempre l'aggiunta più ghiotta Una regola da tenere in considerazione riguarda il rispetto di ogni singolo ingrediente: ognuno ha bisogno di un trattamento apposito e soprattutto di differenti tempi di cottura; solo alla fine, saranno tutti riuniti su piatti ben caldi. In Italia non sono ancora diffusissime, ma un altro presupposto della grigliata è rappresentato dalle marinature, in grado di insaporire, ammorbidire e nobilitare ogni componente. D’impatto, l’addetto alla griglia può sembrare il più antipatico della compagnia: quello che si cerca di tener lontano dal gruppo mentre gli altri mangiano. A lungo andare si scopre un’altra verità: chi sa offrire una grigliata memorabile è il re del quartiere, invidiato da ogni vicino e sogno proibito di ogni moglie. Per la riuscita della serata, bisogna imparare però ad accontentare tutti, costruendo una carrellata d’ingredienti che sappia far felice ogni invitato.  I wurstel sono un elemento imprescindibile: pratici e sfiziosi, costituiscono sempre l’aggiunta più ghiotta. L’esiguo tempo di cottura vi permetterà inoltre di tornare più presto al tavolo e condividere il pasto coi vostri commensali. Con Casa Citterio e la linea Wuoi? potrete adattare il menu a tutti i gusti. Ecco 4 proposte di grigliata con wurstel che metteranno d’accordo tutti.

  1. panino-wurstelGrigliata mista di carne. Nella sua forma canonica, la grigliata di carni miste comprende costolette d’agnello, fegato e rognoni di vitello, salsiccia, hamburger, pollo e bacon; i wurstel ideali per questa trionfale preparazione sono i Wuoi? Bio di puro suino, privi di pelle e nobilitati da una leggera affumicatura su legno di faggio. Quando la brace sarà pronta, sistemerete sulla griglia i diversi tagli, premurandovi di lasciare ai lati gli alimenti più delicati, che hanno bisogno di una cottura indiretta. Gli accompagnamenti, sempre grigliati, devono essere all’altezza: cappelle di funghi (magari farcite), melanzane da condire con prezzemolo e peperoncino, pomodori o peperoni.  Si guarnirà poi con burro maitre-d’hotel o salsa tartara; se volete stupire i commensali con la vostra personalissima versione delle salsa barbecue, rosolate aglio e cipolla in padella, aggiungete pepe, un cucchiaino di paprika, due cucchiaini di salsa Worcester e due di zucchero di canna; dopo aver mescolato, proseguite unendo gli altri ingredienti: senape, sciroppo d’acero, aceto di mele, ketchup e sale.
  2. pic-nik-orizzontale (1)Grigliata leggera di carne. La grigliata fa gola, ma può risultare un po’ azzardata per molti commensali; a loro proporremo una versione light. Le verdure scelte saranno zucchine, finocchi, pomodori, da accompagnare comunque con una leggera insalata fresca. Per la carne, preferiremo il pollo: le cosce verranno condite con olio e erbe aromatiche (rosmarino, salvia, prezzemolo, da mescolare con aglio e pepe), mentre i petti godranno di una lunga marinatura (5 ore con aceto di vino bianco, olio, rosmarino, peperoncino, timo, aglio, sale e pepe); un guizzo internazionale sarà offerto dalle ali di pollo, insaporite con salsa di soia o salsa teriyaki. Non mancherà il maiale, ma nella versione delicata dei Wurstel Wuoi? Light, col 30% di grassi in meno rispetto ai wurstel tradizionali. Anche le salse saranno più fini, come vinaigrette (si possono proporre varianti alle erbe, al miele, all’aceto balsamico) o condimenti allo yogurt (per una classica salsa fredda allo yogurt mescolate yogurt greco con olio, succo di limone, sale, pepe e molta erba cipollina tritata finemente).
  3. Grigliata di Wurstel con patatine fritte. Un abbinamento sfizioso e ghiotto che appagherà i palati di ogni età: anche i bambini saranno felicissimi della grigliata grazie al gusto famigliare dei wurstel Wuoi? al prosciutto cotto. Si potrebbe azzardare ancora di più proponendo una piccola selezione di wurstel Wuoi? in diversi gusti e formati, aggiungendo ad esempio wurstel Maxi di pollo e tacchino e Cocktail Baby di puro suino. Le patatine fritte non hanno bisogno di giustificazioni: sono sempre l’accompagnamento perfetto; un’aggiunta vegetale può essere cercata con zucchine o pomodori grigliati. Per le salse si va sul sicuro: ketchup e maionese, o una salomonica salsa rosa.
  4. wuoi-verdure-chipsGrigliata mista di verdure. La grigliata di verdure può rappresentare un’alternativa sfiziosa e coloratissima alla grigliata tradizionale, in grado di soddisfare anche gli amici vegetariani; la selezione ideale è a base di peperoni rossi, peperoni gialli, melanzane, zucchine, a cui si possono aggiungere altri ortaggi secondo i gusti. Tutti gli ingredienti devono essere mondati, tagliati a rondelle e poi grigliati; le verdure possono essere marinate prima della cottura (ad esempio con olio, aceto, sale e pepe), oppure condite a  crudo con sale, olio d’oliva e un trito di spezie (prezzemolo, peperoncino, origano, basilico). La combinazione perfetta è con i Wurstel Wuoi? Werdure, a base di carote, cipolla e moltissimi spinaci.  Non possono mancare delle croccanti fette di pane tostato, da guarnire con un generoso giro di olio extravergine di oliva.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti