Roma: dove mangiare la pizza fritta?

29 settembre 2016

Non me ne vogliano i lettori napoletani per questa presunta dislocazione di uno dei loro cibi tradizionali più celebrati: queste righe nascono dalla semplice esigenza di raccontare dove poter mangiare una buona pizza fritta a Roma, addentrandosi tra le vie della Città Eterna. la pizza fritta nasce a napoli ma conosce estimatori in tutta italia, in particolare a roma Dobbiamo però fare un doveroso distinguo prima di partire, una precisazione legata alla natura della pizza fritta con le sue varie espressioni. La pizza fritta classica nasce a Napoli e ha un’origine che anticipa quella della sua celebre sorella cotta nel forno a legna. Un impasto di pasta lievitata farcita spesso con salumi o formaggi e cotta in olio bollente, la pizza fritta ancora oggi si può trovare a Napoli nelle sue vesti migliori, una vera principessa dello street food consumata in tutto l’arco della giornata. La maggior parte delle pizzerie storiche propongono la pizza fritta in carta insieme ad alcune sue varianti come la pasta cresciuta e le montanare. Questo è quello che accade a Napoli giornalmente: a Roma la faccenda è differente. Passando anche alle altre tipologie di pizza (zeppole e montanare), abbiamo da segnalarvi indirizzi che propongono degli ottimi prodotti take away. Volutamente abbiamo lasciato fuori le tante pizzerie napoletane, che quasi sempre offrono fritture insieme alle pizze da mangiare seduti al tavolo.

  1. don7La pizza fritta napoletana vera e propria al giorno d’oggi è presente solo in un locale che fa di questo prodotto il suo core business, stiamo parlando di DON (via di S. Francesco a Ripa, 103) nel quartiere Trastevere. In questo locale potete trovare una bella varietà di ripieni presentati nei due formati classici, a mezzaluna o rotondeggiante così come vuole la tradizione napoletana. Gli impasti con 24 ore di lievitazione vengono cotti nei tradizionali recipienti colmi d’olio alimentati a gas.
  2. freettoFreetto (via Silvio Spaventa, 20) con i suoi quattro punti vendita cittadini propone all’interno del menu una sezione chiamata Napol’è che prevede Pizzotte e Crispelle: le prime in versione montanara e le seconda con alici mozzarella o mozzarella e olive. L’impasto da pizza viene utilizzato anche nelle Zoccolette, piccole porzioni di pasta lievitata fritta e coperta di Nutella. Gli impasti sono curati con attenzione e prevedono circa 36 ore di lievitazione a temperatura controllata.
  3. pastella, romaPastella in viale Gottardo 39 è un indirizzo  già parecchio conosciuto in città grazie alla qualità dei fritti e alla attenzione per le materie prime utilizzate. Segnaliamo le sfiziosissime pizzottelle fritte presenti come montanare classiche o abbinate in uscita con ingredienti di stagione.
  4. fritti di sora milviaSulla Cassia ecco un altro nome conosciuto dagli amanti del fritto, I Fritti de Sora Milvia (via Cassia, 4). Si tratta di una friggitoria take away famosa per la qualità e varietà dei prodotti in carta, fra i quali è presente una buona pizzella napoletana condita con pomodoro, parmigiano e basilico.
  5. ce stamo a pensaNel quartiere Monti troviamo Ce Stamo a Pensa’ (via Leonina, 81), una piccola enclave napoletana in terra romana. Il menu del locale è vario e interamente dedicato alle proposte del miglior cibo da strada partenopeo, con delle ottime pizzelle fritte abbinate a una gran varietà di condimenti sia di terra che di mare.
  6. mama fritesPassando alle zeppole di pasta cresciuta è molto interessante l’offerta Gluten Free proposta dal brand Mama Frites nei suoi due punti vendita romani a Borgo Pio (borgo Pio, 28) e nel cuore di Trastevere (vicolo de’ Cinque, 42). Le zeppole sono presenti all’interno dei cuoppi, sia in versione salata, sia dolce, spolverizzate quindi di zucchero o cioccolato fuso. In carta è presente anche una buona pizza fritta condita con pomodoro, parmigiano, olio e basilico.

Clicca qui per visualizzare la mappa
  • IMMAGINE
  • Gabriele Valdès
  • Pietro Ramundo

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti