Fermi tutti: c’hanno copiato il Trapizzino

26 ottobre 2016

Ode a te Trapizzino, croccante, unto, bisunto, stracolmo Trapizzino. E ode anche a te Stefano Callegari che lo hai inventato (insieme a Paul Pansera), voluto, farcito, diffuso. Ti siamo grati per tutto, dalla coda alla vaccinara alla patacca di sugo sulla maglietta bianca appena comprata, non ci importa: a melbourne si imita il trapizzino romano di stefano callegarinoi abbiamo Lui, l’unico, inimitabile Trapizzino. Ripetiamo inimitabile. Voi di Melbourne, sì proprio voi, a breve proverete il gusto di mordere la geniale tasca di pizza in teglia farcita, quella che ha già conquistato il Giappone e l’America a breve, quella di cui non potrete più fare a meno. Tra poco, precisamente il 16 novembre prossimo, proverete tutto questo, quando Trapizzino farà capolino anche in Australia. Tutto bello, se non fosse che in Australia si mangia già. trapz

Si chiama Trapz, the original and the best in Melbourne. Se, mo original, ma che state a dì. Non scatenate il romanaccio che è in noi. L’originale ce l’abbiamo qui, in Italia; l’originale ha il marchio registrato che gira da un paese all’altro. L’originale sarà a Melbourne da metà novembre, stop. Amici australiani della Romana, non abbiatene a male, qui si scherza (ma non troppo). Ci dispiace ma sul Trapizzino non accettiamo concorrenza. Il vostro Trapz sarà anche buono, non lo mettiamo in dubbio, lo verremo a provare semmai un giorno ci trovassimo in quel di Melbourne ma a noi italiani lasciateci qualcosa di cui andare fieri: qua ci imitano tutto, il Parmigiano Reggiano è diventato Parmessano in Colombia, l’amatriciana si fa con ketchup e polpette. Giù le mani dal Trapizzino. E tu Callegari nostro non non te la prendere, se un’idea viene ripresa, diciamo così, ancora prima della sua realizzazione, vuol dire che l’idea è giusta, che tutti la vogliono, che tutti la cercano.     

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti