Christmas time: l’irresistibile fascino dell’eggnog

1 dicembre 2016

Poco conosciuta in Italia, ma molto apprezzata oltreoceano, l’eggnog è una tipica bevanda calda preparata durante tutto il periodo che va dalla Festa del Ringraziamento a Natale. Il tasso alcolico elevato e la sua componente calorica altrettanto preponderante lo rendono il perfetto antidoto ai climi freddi e una coccola dolce in sintonia con l’atmosfera festosa della fine dell’anno. Che cos’è esattamente l’eggnog? Uova, latte, panna montata, zucchero e un mix di spezie tra cui  cannella, vaniglia e noce moscata a personalizzarlo, il tutto amalgamato con una componente alcolica. Si prepara a mano, con la frusta, per conferire una consistenza morbida e appena un po’ montata.

eggnog

Molto diffuso negli Stati Uniti, in Canada e in Inghilterra dove è spesso accompagnato dagli shortbread cookies – dolcetti tipici scozzesi – si trova sotto il nome di lait de poule anche nella più vicina Francia. Preparata in casa o acquistata già pronta nei supermercati o nei locali che sempre più spesso la propongono in questi mesi dell’anno, questa bevanda non è ovviamente adatta ai bambini, nonostante il sapore dolce e cremoso sia una calamita molto forte. La percentuale alcolica è infatti molto elevata: un mix di rum e brandy è, ad oggi, la variante più comune, anche se in passato poteva trovarsi un differente mix comprendente sherry o whiskey.

eggnog

La discendenza di questa bevanda è spesso dibattuta: gli inglesi ne rivendicano la ricetta come evoluzione culinaria di un’altra bevanda, il posset, di origine medievale, a base di latte caldo, cagliato con vino e birra e aromatizzato con spezie. Si trattava di un antico rimedio portentoso contro raffreddore e influenza. Tuttavia c’è chi sostiene invece che l’eggnog derivi etimologicamente da un’altra bevanda: l’egg’n’grog, a base di rum, e che poi abbia subito nel tempo un’abbreviazione linguistica fino a farlo diventare eggnog e un’aggiunta di ingredienti fino a completarlo con uova e spezie.

eggnog

La verità come sempre sarà difficile da intravedere tra i racconti popolari, ma quello che più importa è che questa bevanda potente e a detta di molti portentosa è un vero e proprio must natalizio assolutamente da provare. Se volete cimentarvi a casa, ecco una ricetta tipo: procuratevi 8 uova freschissime, 140 g di zucchero bianco, 700 ml di latte intero, 475 ml di panna liquida fresca, 475 ml di rum (oppure brandy) e noce moscata da grattugiare al momento di servire. In uno shaker versate tutti gli ingredienti. Shakerate vigorosamente finché la bevanda diventa spumosa, versate nei bicchieri e servite con una grattugiata di noce moscata (o una spolverizzata di cannella). Per i più golosi, l’eggnog si può guarnire con panna montata.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti