Masterchef S06 E02: lettera aperta a giudici e concorrenti

30 dicembre 2016

La sesta edizione di Masterchef Italia sta finalmente entrando nel vivo. Dopo le dure e complicate selezioni, ecco che i quattro giudici più temuti nel mondo della cucina hanno stanziato il loro verdetto finale, decretando e porgendo ai 20 reduci vittoriosi gli altrettanti 20 grembiuli. E anche questa volta i nostri Conte Garozzo e Arianna Contenti non hanno avuto peli sulla lingua. Ecco cosa hanno scritto nelle taglienti lettere aperte a giudici e concorrenti.

Lettera ai giudici (Conte Garozzo)

barbieri masterchef 6

Caro Bruno, è arrivato il primo mappazzone ufficiale, sei felice? Il piatto non è bellissimo e nemmeno buonissimo. Per te la polpetta è sacra, tu non ammetti errori e la stilista arriva con tre palle di biliardo. E tu caro Carlo dì qualcosa! ‘Sti sguardi pieni di nulla hanno pure stufato, che dici? Meno male che, anche a costo di sembrare antipatico, la tua sentenza è vera e autorevole. A pagarne le conseguenze è il povero Marco V a cui non hai concesso alcuna attenuante. Poi, all’improvviso, arriva il gattuccio e ti scappa un gran bel sorriso, evviva!

masterchef 6

Il voto determinante questa sera tocca quasi sempre a te, caro Antonino. Forse i tuoi colleghi giudici non hanno gran voglia di prendersi la responsabilità? Beh, almeno hai avuto il coraggio di sistemare Miss Tagliatella e pure Mister Barbieri, con un bel vaffa. Sarà che sono borbonico, ma quando ce vò, ce vò! Subito dopo, quasi fosse un segno del destino, ti trovi un casertano con un lavoro un po’ particolare e la sua bella pasta e fagioli. È una grande soddisfazione, prezzo delle esequie a parte, ovviamente. Ora sì che si fa sul serio, miei adoratissimi censori. Avete davanti i quaranta selezionati con il grembiule, da questi usciranno i venti finalisti, i potenziali vincitori. La prima prova è per i concorrenti che hanno ottenuto tre sì su quattro. Per decidere quale sarà la purea fatta ad arte, perfetto, vi siete divisi in coppie. La sostanza non cambia, basta uno sguardo e il verdetto è emesso. Restano 32 lottatori.

joe masterchef 6

La seconda prova è per tutti e vi siete scelti settori e tecniche, bell’idea! Antonino, primo coach, tu hai il fritto mentre Carlo la cottura al vapore. Poi Joe la tecnica più americana, la griglia, e tu Bruno la cottura in umido. Qui c’è da faticare un sacco, signori cari, le tecniche sono differenti e ognuna presenta grandi difficoltà. Antonino, i trentacinque minuti sono volati, tutti hanno dato il massimo ma tu hai scelto solo tre concorrenti per la fase finale. Ora a te Carlo l’ardua sentenza. Piatti eleganti e raffinati. I finalisti salgono a sei. Joe, mi pare che la tua griglia non sia molto americana. Per farti contento, molti hanno pensato che la carne fosse l’unica via (grilling) e invece, per fortuna, c’è chi ha cotto pesce e verdure. Joe, tu vuò fa l’americano, ma questo è Masterchef Italia e certe macroscopiche porcherie non me l’aspettavo. Non venirmi a dire che carne bruciata e ananas grigliato valgono la pedana dei finalisti.

quattro-giudici masterchef 06

Carissimo Bruno, pensaci tu! Giudicare è una grande responsabilità e la tua sfida, a mio avviso, è la più critica. Quella in umido è sicuramente la tecnica più difficile, fortemente legata alla tradizione popolare. Arrivano i tuoi giudizi onesti e seri e altri tre concorrenti in pedana.
Alla fine avete scelto 12 finalisti. Per gli altri otto posti si batteranno i rimanenti dodici grembiuli nella prova del pesto alla genovese. Prova particolarmente dura dove tecnica e conoscenza delle materie prime sono fondamentali, dico bene? Con molta decisione vi siete espressi. Vi siete consultati a lungo e avete dato il responso finale. Ora ci siamo, sono venti. La compagine è schierata. Sento le solite minacce, le solite esortazioni. Spero solo che questa edizione assomigli un po’ alla mia. Me lo auguro proprio!

Miei adorati giudici, un caro e affettuoso saluto e tantissimi Auguri per un 2017 pregno di nuove sfide e grandi soddisfazioni,

il vostro affezionatissimo Conte

Lettera ai concorrenti (Arianna)

barbieri-1 Masterchef 6

Carissimi concorrenti di Masterchef Italia 6,
Il vostro sogno si è realizzato, sarete i protagonisti di un avventura come poche ne capitano nella vita, credetemi. Sono certa che vi divertirete e, soprattutto, che mi divertirete, perchè io quest’anno ho tanta voglia di ridere, quindi fatemi un grande regalo: basta storie lacrimevoli, basta piagnistei, basta noiose geremiadi. Io il giovedì sera voglio ridere, voglio sganasciarmi dalla risate insieme a voi! Sono certa che questo mio obbiettivo sarà perseguito con determinazione da molti e, per stimolarvi nell’impresa, ho deciso di condividere settimanalmente la mia personale classifica de il regala una risata al teleutente di Mastechef! Quindi anche se i vostri piatti non saranno proprio da cuoco raffinato e di grande abilità almeno sul fronte ilarità cercate di non deludere.

giulia e gabriele masterchef 6

Ed è a voi, miei cari Giulia e Gabriele che assegno ad ex aequo la terza posizione di questa speciale graduatoria. Siete i primi due concorrenti a salire in pedana, ufficialmente fra i venti che si contenderanno il titolo di sesto Masterchef d’Italia. Le tue armi vincenti cara Giulia: vivacità, schiettezza, genuinità e quella rotondità che trasmette allegria. Oserei definirti, come nei migliori cliché, la paffutella simpatica che non manca mai. Come dici tu, schioppa tutto, sono pronta a farmi trascinare dal tuo entusiasmo gioioso. Ma anche su di te Gabriele nutro grandi aspettative, sei impacciato, esitante al limite del fantozziano. Protagonista esilarente di un improbabile sabotaggio ai danni della riccioluta Mariangela. Hai ragione, bisognerà lavorare sull’impiattamento, spero sia sufficiente a tenerti dentro per un po’.

michele masterchef 6

Carissimo Michele, ti aggiudichi la medaglia d’argento. Hai avuto ragione, la pedana è come la quarta superiore e piano piano ci sei arrivato. Flemmatico e sarcastico, sei già finito nelle mire dei giudici. Mi raccomando stai attento soprattutto al piccoletto perchè non te ne perdonerà una. Sono sicura che, sempre con grande calma, continuerai a regare perle di saggezza e certamente grandi risate.

daniele masterchef 6

Al primo posto caro Daniele ci sei tu, ridi e mi fai ridere. Casalingo cagliaritano assolutamente non disperato. Il Gattuccio dei miei stivali non solo conquista i giudici ma rimarrà nella storia dei più improbabili nomi dei piatti mai presentati a Masterchef. Hai fatto bene a prenderti una vacanza nella cucina di Masterchef. Chissà che disperata non sia tua moglie, alla casa e ai bambini, per adesso, dovrà pensarci lei. Da te mi aspetto grandi cose, avanti così!

Un caro saluto a tutti, che la vostra gioia ci guidi in questo viaggio.
Felice anno nuovo

Arianna

I commenti degli utenti