10 spuntini proteici per saziare il vostro appetito

18 gennaio 2017

Durante la giornata di lavoro esitono poche certezze: la casella di posta costantemente piena, il toner della stampante esaurito e la fame nera di metà pomeriggio.quando la fame chiama è bene fare spuntini sani e leggeri Nonostante il pacchetto di crackers sia sempre a portata di mano, esitono alternative leggere, trasportabili e digeribili ben più allettanti tra cui scegliere. Inoltre, assumere alimenti ricchi di proteine, sali minerali e vitamine, dovrebbe tenere a bada, almeno per un po’, il rischio di abbiocco e il calo di energie post pranzo. Basta sapersi organizzare nel momento della spesa, avere un pizzico di fantasia e voglia di pasticciare quel tanto che basta. In che modo? Vediamo insieme 10 spuntini proteici e leggeri con cui placare il vostro appetito pomeridiano.

  1. cavolo neroChips di cavolo nero o zucca. Il concetto delle patatine da sgranocchiare in veste alternativa. Basta prendere alcune foglie di cavolo nero lavate ed asciugate, stenderle su una teglia da forno foderata con carta antiaderente, spennellarle con poco olio extravergine d’oliva  e terminare con una macinata di pepe nero e un pizzico di sale. Cuocete in forno ventilato a 200°C per 15 minuti il gioco è fatto. Se preferite una versione più dolce, potete usare lo stesso procedimento con fette sottili di zucca decorticata, da cuocere, in mancanza del forno elettrico, anche al microonde.
  2. edamameEdamame. Avete presente quei deliziosi baccelli da spizzicare al ristorante giapponese in attesa delle prime portate? Ecco, i faglioli edamame sono un perfetto snack spezzafame in grado di soddisfare pancia e palato. Potete trovarli surgelati o freschi in negozi specializzati. Fateli scaldare al forno (se surgelati) o gustateli a temperatura ambiente, sono deliziosi.
  3. lupiniLupini. Stesso discorso degli edamame, con il vantaggio della maggior facilità di reperimento. Oltre a essere buoni, i lupini, conosciuti anche come fusaie, sono privi di glutine e ricchi di proprietà benefiche.
  4. yogurt degustazioneYogurt. Le diete assegnano yogurt come non ci fosse un domani: tanti gusti, molte varianti, svariate consistenze. In estate potete metterlo in freezer per circa un’ora, in modo da ottenere la variante frozen da gustare insieme ad albicocche, more, lamponi e fragole.
  5. carote e hummusCarote e hummus. Una crema di formaggio leggera, un hummus alleggerito dalla tahina ad esempio, potrebbe essere uno spuntino leggero ma gustoso, da assaporare su una fetta di pane croccante, finocchi, sedano e carote.
  6. arachidi e mirtilliArachidi e mirtilli. La frutta secca è sempre in pole position quando si parla di grassi cosiddetti buoni e proteine. Avete mai assaggiato le arachidi insieme ai mirtilli? Potete realizzare, ad esempio, gustose barrette fatte in casa o gustarli insieme allo yogurt bianco. Un concentrato di energia, perfetto per placare la fame di metà pomeriggio.
  7. tacchinoArrosto di tacchino. Un grande classico nella dieta degli sportivi. Mangiato a secco, in effetti, non ha grande appeal ma arrotolato e farcito con verdure di stagione o sott’olio, formaggio fresco spalmabile ed erba cipollina, il risultato cambia notevolmente.
  8. frittata con zucchineCrepes. Una semplice crepe alle erbe o una frittata con zucchine e pomodori: un’idea veloce e pratica da portarsi a lavoro, saporita e con poche calorie, perfetta per chi stia seguendo una dieta o per chi non abbia voglia di appesantirsi durante la giornata.
  9. insalata pomodori e fetaInsalata con pomodorini, feta e olio extravergine d’oliva. Quando in estate i pomodori sono al massimo della loro bontà, l’insalata arricchita con feta o primo sale è un canotto di salvataggio per placare qualsiasi appetito. Il tocco finale? Qualche fogliolina di basilico o di menta.
  10. semi di chiaSemi di chia e latte di soia. I semi di chia arrivano dall’America del Sud, conosciuti già ai tempi degli Atzechi e dei Maya; prendete una tazza capiente, uniteli al latte di soia e fate riposare il composto in frigoriero per una notte. Il risultato sarà un delicato dessert, ricco di gusto ma poverissimo di grassi.

I commenti degli utenti