Firenze: le 13 migliori colazioni da fare in città

24 gennaio 2017

Il rito della colazione è da classificare nella lista dei momenti di pausa più importanti della giornata, quindi non bisognerebbe fermarsi solo al bancone, ma sedersi al tavolo il più spesso possibile. A Firenze non mancano caffè storici e pasticcerie di livello di era più moderna: vogliamo quindi darvi una selezione delle colazioni più buone in città. Luoghi dove gustare un ottimo caffè, dove scovare un budino di riso fatto ad arte o assaggiare un magistrale cornetto ripieno di crema pasticcera e amarene. Una piccola lista di colazioni memorabili, dislocata in tutta la città, che può servire a turisti e autoctoni.

  1. caffè rainerCaffè Rainer (via San Zanobi, 97/r). La vera pasticceria austriaca interpretata da Rudolf Rainer che, insieme a Silvia Rabito, ha rivoluzionato il modo di fare colazione in città. Non abbiate fretta, quando oltrepasserete la soglia: qui si sfornano tanti tipi di cornetti, molti fuori dal comune, fatti con burro francese, lievito di birra e una lunga lievitazione. Meritano una menzione: il cornetto nero –  croissant a pasta scura con gustosa confettura di more – il croissant con ripieno di cioccolato fondente, quello farcito con crema pasticcera e amarene intere, la girella ai semi di papavero, il topfen alla crema e il croissant con arancia candita, cioccolato e mandorle. La pasticceria è conosciuta anche per i suoi macaron, le éclair come quella fantastica al tiramisù e le famose torte: Sacher, Foresta Nera, la Cardinale al caffè o lo strudel.
  2. ditta-artigianale-firenze-1Ditta Artigianale (via dei Neri, 32/r). Questo è il paradiso per gli amanti del caffè, perché qui si insegna ad apprezzarlo, a conoscerlo, ad amarlo, con una selezione accuratissima di miscele e di caffè monorigine. Nato da un’idea di Francesco Sanapo, campione di caffetteria, da Ditta Artigianale, oltre all’ottimo caffè, si trovano croissant, muffin, carrot cake, ma anche il croque madame e il croque monsieur fatti ad arte.
  3. serafiniSerafini (via Gioberti, 168/r). Per chi passa dalle parti di via Gioberti, la tappa da Serafini è obbligatoria per un’ottima colazione dove la fanno da padrone i cornetti, in particolare quelli alla crema, come la francesina con la glassa, il pangocciole al cioccolato, ma anche i budini di riso, le girelle con crema e uvetta e le tartellette rotonde alla crema e frutti di bosco. Ottimi i mignon al pistacchio e, tra i biscotti di frolla, non perdetevi le lingue di gatto.
  4. bottega-di-pasticceria-2Bottega di Pasticceria (lungarno F. Ferrucci, 9 c/r). Entrati qui l’occhio vi cadrà per forza nello spazio riservato alle paste mignon, tante, tutte diverse e davvero invitanti: mini cannoncini alla crema, peschine con alchermes e crema, tartellette lampone e cioccolato, la pasta sablè al cocco con la panna cotta al cocco sopra. Più che una pasticceria, una piccola gioielleria di dolcezze. Qui si prepara anche la Fedora, tipico dolce fiorentino con pan di Spagna inzuppato nel liquore Strega, panna montata e sfoglia di cioccolato al latte. Per la colazione meritano un assaggio anche le sfoglie alla crema. Merita una menzione il rito del tè, perché la piccola pasticceria è davvero di alto livello.
  5. caffe-libertaCaffè Libertà (piazza della Libertà, 26). Per molti è un’istituzione e in tanti sostengono che le loro brioche siano imbattibili. Il cavallo di battaglia rimane il cremino, ma si servono anche deliziose crostatine alla crema e frutta fresca, in particolare quelle ai frutti di bosco, trecce alla crema e una sfoglia di riso davvero ben fatta. I cappuccini meritano un assaggio, anche per il valore artistico.
  6. dolci-e-dolcezzeDolci e Dolcezze (piazza Cesare Beccaria, 8/r). Un tuffo all’indietro nel tempo per questa raffinatissima piccola pasticceria. Cappuccino da abbinare con il budino di riso fatto ad arte, croissant d’ispirazione francese alla crema oppure cornetti al ribes, crostatine con crema e lamponi o con crema e fichi. In stagione non perdete la torta di fragole.
  7. giorgioGiorgio (via D. di Buoninsegna). In zona Soffiano, per i fiorentini Giorgio è una sorta di guru della pasticceria, una vera e propria istituzione cittadina. Difficile scegliere dalla lunga vetrina stracolma di pasticceria mignon di ogni sorta. Da non perdere, una porzione della celebre millefoglie alla crema, un cannolo (o meglio, un dito alla crema), le paste choux guarnite con pistacchio o con crema e frutta fresca e i bignè al cioccolato. Se apprezzate le colazioni salate, il panino polpo, patate e fagiolini fa al caso vostro. Nel periodo di Carnevale provate un trancio della schiacciata alla fiorentina, magari farcita con crema chantilly.
  8. gualtieriGualtieri (via Senese, 18/r). Si trova al Galluzzo questa pasticceria, nata nel 1933, che è il tempio dell’Iris Cake, ma anche del Meringo, con tre strati di meringa e panna con scagliette di cioccolato, e la torta semolino e fiordilatte al cioccolato. Ottime le sfoglie di riso, i maritozzi, i budini di riso e le sfogliatelle. Si preparano anche paste adatte ai celiaci, come la crostatina alla crema gluten free, e tante proposte riservate ai vegani.
  9. la mènagéreLa Ménagére (via de’ Ginori, 8/r). Da dove cominciare? Questo è uno di quei posti fuori dal comune, dove prendere un cappuccino e comprare subito dopo un mazzo di fiori; dove si può ritornare per pranzo, per merenda, per l’aperitivo serale, continuare con la cena e finire con l’ascoltare musica dal vivo. Per la colazione si può scegliere tra muffin, croissant, cupcake e altre sfizioserie, rilassandosi ad ammirare tutto ciò che ruota intorno a questo locale, e magari bevendo un buon caffè.
  10. pasticceria-marisaMarisa (via Circondaria, 24). In quel di Novoli, famosi sono i suoi cremini, ovvero paste schiacciate ripiene di crema oppure ripiene di crema e cioccolato. Assolutamente da provare i fagottini ripieni di pere e cioccolato oppure le treccine con noci e confettura di fichi e i bignè alla nocciola. La sua schiacciata alla fiorentina è una delle più famose in città, così come la torta Fedora. Il locale non è molto grande, ma qualche posto a sedere per gustarsi appieno la colazione c’è.
  11. caffe-gilliCaffè Gilli (via Roma, 1/r). Non si può non mettere tra le colazioni fiorentine il Caffè Gilli, locale storico d’Italia dal 1733 in piazza della Repubblica. Una caffetteria in pieno stile liberty dove si può consumare direttamente al banco oppure sedersi fuori nel dehors o nelle affrescate sale interne. Vi consigliamo la torta di mele monoporzione per cominciare bene la giornata o cornetti farciti alla crema. Se volete qualcosa di più internazionale, qui propongono anche i pancakes, accompagnati da frutta fresca e l’immancabile sciroppo d’acero. Per i più golosi si può optare per una colazione a base di cioccolato, perché le praline di Gilli, la cioccolata in tazza oppure la Paillet d’Or, sono istituzioni.
  12. pasticceria-querci-vieusseuxPasticceria Querci Vieusseux (piazza G. Vieusseux, 2/r). Da Querci, la nostra pasta preferita per la colazione è senza dubbio la sfoglia ripiena di ricotta e more, da alternare con la sfoglia ripiena di cioccolato e pere. Con la bella stagione, godetevi la colazione all’aperto,sotto il gazebo.
  13. gaetanoGaetano (via di Novoli ang. via della Torre degli Agli). Gaetano ha il vanto di essere stata tanti anni fa la prima pasticceria a proporre dolci siciliani a Firenze. Oggi propone anche specialità della pasticceria locale come la schiacciata. Qui ci sono tavoli alti con sgabelli e una lunghissima vetrina con ogni sorta di cose buone. Da dove cominciare? Ottime le frittelline ripiene di crema, ma a colazione sono da provare assolutamente le brioche ripiene al pistacchio oppure i bignè al cioccolato e la sfoglia aperta con crema e fragole. Non mancano cornetti alla soia e ai cinque cereali.

Clicca qui per visualizzare la mappa

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti