Milano: il Mondo in un Raviolo, per gli appassionati

24 gennaio 2017

Fra i piatti che non esiteremmo a definire tradizionali in Italia ci sono senza dubbio i ravioli. Forse per questo Eataly, a Milano, ha deciso di dedicare loro un vero e proprio festival durante i festeggiamenti per i 10 anni della catena di supermercati di alta qualità ideata da Oscar Farinetti. un festival dedicato alle paste ripiene da ogni parte del mondo Ma nel corso della storia gli italiani non stati gli unici a pensare che un morbido ripieno fra due sottili strati di pasta fosse un’idea particolarmente gustosa: e così da venerdì 27 a domenica 29 gennaio da Eataly Smeraldo, in piazza XXV Aprile, si celebrerà Il mondo in un raviolo!, con specialità cinesi, indiane, russe e thailandesi, altoatesine e pugliesi. Ciascun raviolo sarà un assaggio di una cultura diversa; a raccontarle, le cucine itineranti dei ristoranti invitati da Eataly per l’occasione.

  1. ravioleria sarpiLa Cina può sembrare lontana, ma è più vicina di quel che si creda: la Ravioleria Sarpi, con i suoi shuijiao di manzo e di verdure, ha aperto poco più di un anno fa in via Paolo Sarpi, a Milano, portando una ventata di novità nel quartiere definito la Chinatown milanese. A fine gennaio i ravioli della casa, preparati secondo ricette tradizionali e cotti in acqua bollente al momento dell’ordine, saranno serviti anche da Eataly: approfittatene per assaggiarli e capire come mai siano stati premiati dal Gambero Rosso come miglior street food della Lombardia per il 2017.
  2. samosaDall’India provengono invece le ricette dei ravioli che saranno serviti da Rangoli, ristorante che normalmente ha sede in via Solferino 36. Si tratta dei samosa, croccanti fagottini piramidali ripieni di agnello e spezie oppure in versione vegana, con carote, piselli, fagioli e cavolfiore. Durante il festival del raviolo di Eataly i samosa saranno serviti anche dal ristorante Taj Mahal (via Porro Lambertenghi, 23), farciti con manzo oppure con verdure. In più si proporranno i guja, ravioli allungati ripieni di khoya, un formaggio dolce simile alla nostrana ricotta.
  3. manduIn Asia i ravioli sono molto apprezzati: non fa eccezione la Corea, rappresentata in questa occasione da Gam Bistrot. La sede di viale Pasubio 8 è caratterizzata da eleganza e semplicità; si servono kimchi fermentato, kimbap di carne e pesce (simili ai maki giapponesi) e naturalmente i mandu, ravioli brasati accompagnati da salsa di soia o piccante.
  4. ravioli thaiI thai mandu sono invece i ravioli thailandesi, che da Eataly saranno proposti grazie a Shambala, locanda asiatica che normalmente è possibile trovare in via Ripamonti 337, racchiusa da un giardino di bambù e grandi alberi verdeggianti. In piazza XXV Aprile bisognerà accontentarsi però dei tradizionali ravioli, nella versione fritta o al vapore, dall’esotico nome canom jeeb.
  5. pelmeniCi si riavvicina all’Europa con le specialità di Uzbek, ristorante di specialità russe e uzbeke (via Carlo Farini 38): durante il festival del raviolo la cucina proporrà i pel’meni, ravioli di manzo della tradizione siberiana, e i vareniki, mezzelune di pasta che invece appartengono alle usanze ucraine e saranno farcite con purè di patate oppure con ricotta russa.
  6. Dalle Alpi provengono i ravioli di Delicatessen, bottega di prelibatezze altoatesine con diversi punti vendita in città. Le specialità servite dal 27 al 29 gennaio saranno a base di farina di segale e spinaci, di trota e di salsa gialla allo zafferano, di kamut e capriolo, accompagnati da un ristretto al vin brulè: un abbinamento particolarmente indovinato, considerate le temperature invernali anche a Milano.
  7. Del tutto diverso è il clima in Puglia, da dove arrivano le specialità di Domenico Cilenti, chef del ristorante Porta di Basso e ospite di Eataly Smeraldo per tutto il mese di gennaio. Il raviolo presentato in occasione del festival sarà a base di farina di grano arso, ripieno di stracciatella e pomodori datterini. D’altronde la varietà dei ravioli non è solo nel mondo, ma nella stessa penisola: in Italia le forme e i ripieni si alternano a seconda delle montagne e dei pascoli, dei mari e delle erbe spontanee.

Da Eataly Smeraldo saranno molti altri i ravioli presenti: per scoprirli tutti, non resta che visitare il primo festival del raviolo di Milano, nei pomeriggi e serate del 27, 28 e 29 gennaio.

I commenti degli utenti