Pizza Formamentis: il convegno che si interroga sulla pizza del futuro

25 gennaio 2017

Che futuro si prospetta per la pizza di qualità?appuntamento a napoli, il prossimo 6 febbraio, per la seconda edizione di pizza formamentis Dopo la scorsa edizione, Pizza Formamentis si interroga ancora sull’evoluzione del disco lievitato conosciuto in tutto il mondo innescando, anche in questo 2017, l’atavica diatriba che vede protagoniste pizza napoletana, classica e gourmet. L’appuntamento è a Napoli, presso Palazzo Caracciolo, in Via Carbonara 112, il 6 febbraio 2017 a partire dalle ore 10.00. A tagliare il nastro di inaugurazione sarà, chiaramente, il direttore di Formamentis Giuseppe Melara, il wine blogger Luciano Pignataro, rappresentante di 50 Top Pizza, guida online sulle migliori pizzerie d’Italia, insieme a Barbara Guerra, Albert Sapere e Gianfranco Nappi per Città della Scienza Gnam Village.

fare la pizza

L’evento, organizzato in collaborazione con Luciano Pignataro Wine Blog, LSDM e FMTS (Formamentis), approfondisce le tematiche inerenti all’evoluzione della pizza che, interpretata e reinventata da maestri pizzaioli, continua a essere l’alimento irrinunciabile per definizione, amato e mangiato in qualsiasi occasione. Pizza Formamentis riunisce docenti universitari, esperti del settore, giornalisti e altre personalità del mondo gastronomico per parlare e confrontarsi sull’argomento. Curiosi di saperne di più? Ecco come si svolgerà l’intera giornata.

Il programma completo

pizza napoletana

A partire dalle ore 11 giovani e promettenti pizzaioli racconteranno il proprio lavoro e le novità che caratterizzeranno il loro modo di concepire la pizza. dibattiti e seminari si incentreranno sulla questione principale: che futuro si prospetta per la pizza di qualità? Introdotti da Luigi Cremona e Tommaso Esposito interverranno: Tommaso Mastromatteo (Pizzeria Giù Giù, Napoli), Gennaro Battiloro (La Cambusa, Viareggio), Ciccio Vitiello (Casa Vitiello, Tuoro), Giacomo Guido (Londra), Matteo Caprioli (Pizzeria Ober Mamma, Parigi) e Cristiano Piccirillo (La Masadorna, Napoli). Seguirà poi il dibattito Dagli spicchi ai like, incentrato sull’importanza che, al giordo d’oggi e in un settore in continua crescita come quello della gastronimia, ricopre la comunicazione. Interverranno, tra gli altri, Paolo Marchi di Identità Golose, Lorenza Fumelli (noi di Agrodolce non potevamo di certo mancare) Vincenzo Pagano di Scatti di Gusto, Alberto Cauzzi di Passione Gourmet e Laura Mantovano, direttrice della guida Pizzerie d’Italia del Gambero Rosso.

Farine diverse

Dalle 15 in poi saranno protagoniste, durante il dibattito Pizza con la Valigia, tutte quelle realtà che attraverso il franchising, in Italia o all’estero, hanno saputo far conoscere al mondo la pizza di qualità. Si va quindi da Rosso Pomodoro al Cuomo & Grill di Kyoto, passando per La Ribalta di New York, il Gruppo Ober Mamma di Ciro Cristiano e il Dipartimento Internazionale Michele in the world rappresentato da Alessandro Condurro. Il quinto e ultimo appuntamento sarà incentrato completamente sulle farine: quali sono le migliori? Come impiegarle? E soprattutto, come valorizzarle?

I commenti degli utenti