Masterchef S06 E06: lettera aperta a giudici e concorrenti

27 gennaio 2017

La sesta edizione di Masterchef Italia continua a gonfie vele. Tra ospiti illustri e prove al limite della fattibilità, gli aspiranti cuochi sono ormai rimasti in 12. Il cerchio comincia a restringersi e i nostri Conte Garozzo e Arianna Contenti continuano le loro esilaranti considerazioni. Cos’avranno detto questa volta? Scopritelo nelle lettere aperte a giudici e concorrenti.

lettera ai giudici (conte garozzo)

masterchef-ep-6-mistery

Giudici amatissimi, buonasera. Tutto iniziò dal frullatore. Bisognerà dimostrare di avere idee e manualità. Tra gli ingredienti c’è l’ostrica che diviene subito protagonista, vero signori? Parte la Mistery e voi giudici vi trovate a vostro agio tra le postazioni. Bruno, da non crederci, arrivi da Gabriele e lui ti lascia solo, resti allibito, interdetto. Ti prego, non farlo emozionare perché è concentrato e parla a bassa voce. Antonino, tu invece ti rechi dalla compaesana Barbara, aiutala per cortesia. Giudici, mentre vi confrontate sulle possibili ricette, si sente parlare di ostrica fritta. Potrebbe essere un’idea, vero Joe? Allora perché quella di Valerio non ti convince? Non mi sembra una cattiva idea. Tre, due, uno il tempo è finito. Non siete molto soddisfatti, meno male che a questa prova non esce nessuno. La migliore è Giulia. Il piatto è bello e buono e tu Carlo ne tessi le lodi. Joe, anche per te il piatto è molto buono. Si passa all’ Invention. Mio Dio, c’è il Maestro Iginio Massari.

masterchef-massari

La mente torna immediatamente a ricordi fatti di paura e tensione. La prova di questa edizione consiste nel preparare il profiteroles. Bruno, hai spiegato con attenzione che il dolce dovrà essere composto da 50 bignè per una piramide perfetta. Ci sarà da penare, questo è assicurato, soprattutto per i tre concorrenti scelti da Giulia: per loro la prova sarà più difficile, dovranno costruire la montagna di profitteroles su una base molto più piccola. Per te Carlo è facile descrivere la composizione del dolce. La tua voce suadente arriva dritta alle orecchie dei concorrenti. Nonostante questo, in dispensa regna il terrore e voi giudici osservate le operazioni di approvvigionamento con grande attenzione. Tutti lavorano e a mister Bastianich è lasciato il compito di esortare a fare in fretta. Nella consueta ricognizione nella fantasmagorica cucina di Masterchef, i capelli bianchi di Iginio Massari si notano tra le postazioni. Carissimo Maestro, con molta saggezza guardi e dispensi suggerimenti ma son tante le situazioni difficili.

cannavacciuolo-ep-6

Alla fine, incredibile a dirsi, è proprio Giulia, che ha ricevuto i tuoi consigli, a deluderti. Uno dopo l’altro i concorrenti passano in rassegna le loro creazioni: “Bisogna cazziarti come a una bambina di 2 anni!” Ce ne siamo accorti tutti che ti è proprio uscito dal cuore, caro Carlo, ma Mariangela è veramente ingestibile. Invece tu, Bruno, mica starai facendo pace con la marescialla Loredana? Il giudizio sul suo dolce è positivo (toppo rosso a parte). Il dolce di Cristina sembra veramente buonissimo. A certificarlo arriva la tua massima, caro Chef Cannavacciuolo. Il commento è lucido, fotografico: “Quando il cibo parla … e io mangio!” È il turno di Margherita. Carlo si vede che ti fa tenerezza. Con un grande e affettuoso sorriso le dici che il dolce è buono. A questo punto bisogna decidere e vi riunite. Maestro Iginio, come ogni anno, devi proclamare tu il vincitore. Con voce ferma e autorevole incoroni Cristina vincitrice, saluti tutti e ti congedi. Per voi, inflessibili valutatori, i peggiori sono Michele Ghedini, Barbara e Mariangela. L’esclusione è quella di Barbara. Quel fiore di era cipollina messo a guarnizione l’ha condannata. Sipario. La sfida continua: questa esterna potremmo definirla un duello al buio. L’appuntamento è all’Istituto dei ciechi di Milano. Chef Cracco, molto chiaramente, comunichi a tutti che la prova prevede la preparazione di due piatti per squadra, dopo aver fatto la spesa in una dispensa tenuta completamente al buio.

daniele-masterchef-ep-6

Ad accompagnare i capitani, Cristina e Michele Pirozzi, è arrivato Giuseppe, colto signore non vedente che, con grande capacità li guida nella scelta di 15 ingredienti. Le squadre si affrontano ad armi pari. Nel salone sono arrivati gli ospiti, molti accompagnati dai loro inseparabili amici a quattro zampe. Signori giudici, si nota nitidamente la vostra partecipazione emotiva e questo è emozionante. A proclamare i vincitori, per solo due voti, ci sei tu, Chef Cracco. Sono i rossi. I blu, quindi, finiscono al Pressure. Bruno, sta a te ricordare cosa rischiano. Ma si sono veramente resi conto che uno di loro verrà eliminato? Dopo la prima prova, a salire in balconata sono Cristina, Michele Ghedini e Giulia. Daniele è fuori controllo, pare stia vivendo un momento di assoluta follia e voi giudici avreste dovuto prendere una decisione più ferma. La legge del Pressure è nota, sopravvivono solo i più forti. Tuttavia, a lasciare Masterchef Italia, questa sera, è Maria. Le tue parole, Carlo, sono un bel modo per congedare una concorrente con il dolore e il rammarico nel cuore. Poi, Tonì, il tuo abbraccio arriva dritto al suo cuore, ma anche al nostro. Uffa. “Non sempre paga chi dovrebbe, anzi quasi mai!

Semper voster
Il Conte

lettera ai concorrenti (arianna)

masterchef-06-daniele

Caro Daniele, cosa ti sta succedendo? Hai esordito a Masterchef brillante, sorridente creativo, uomo di casa senza rammarico, casalingo sì, ma con onore. Quattro sconfitte in esterna su quattro ti hanno indurito, non sorridi più e anche i giudici se ne sono accorti. Ti hanno già avvertito, non gli piaci quando cucini con il broncio. Se prepari così immusonito, come ti dice lo Chef Barbieri, i tuoi piatti avranno quell’aspetto e non un buon sapore. Non va bene. Anche tu hai esagerato con il frullatore a immersione, come tutti d’altronde. Quindi niente pappette, niente cremine. È ora di sentire il tuo nome, invitato lì davanti, fra i primi. Ma non c’è niente da fare, non ti sei dimostrato all’altezza A rispondere in modo intelligente alla provocazione sono invece la cara Giulia, il buon Gabriele e il risvegliato Roberto. La tua collega Giulia continua a volare, è sempre allegra, sorridente e anche i suoi piatti continuano a far sorridere i giudici. Prendi esempio da lei. Non brilli, caro Daniele, neanche in esterna: sei cupo, avvilito. Al Pressure è un disastro dietro l’altro. Non capisci in cosa consiste la prova? NON devi comunicare a chi ti segue nella staffetta il piatto che vuoi realizzare! Sono loro che devono eseguirlo al buio, questo è il gioco e tu cosa fai? Gli dici cosa avevi in mente di preparare.

pressure-test-ep-06-masterchef

Ti accusano addirittura di fare il furbo. Anche Gloria e Valerio che ti guardano dalla balconata sono preoccupati per te. Bastianich ti apostrofa in malo modo, non sei tu a fare la spesa, se ne occupano i giudici. Hai tutti contro. Trenta minuti per spravvivere all’eliminazione. Carni a contorno è la descrizione che hai dato alla ricetta da relizzare durante la staffetta. Non signifiaca nulla, la descrizione è troppo fumosa. Lo Chef Canavacciolo è furibondo, Bastianich ti prende pure in giro. Peggio di così non puoi fare. L’ultima possibilità per salvarti è cucinare in 20 minuti, con gli ingredienti dei tuoi avversari, il piatto ideato da Giulia: maltagliati con verdure, gamberi rosa e fonduta di parmigiano e vaniglia. Loredana e Maria, da compagne di squadra, sono diventate le avversarie da battere per la salvezza. La dolce Maria, per tua fortuna, non ha tirato fuori gli artigli e ti salva per un pelo. Devo avvertirti, o cambi direzione o non avrai un’altra occasione per restare illeso. Al prossimo errore sei fuori, torni a casa. Pensaci su. Coraggio.

Un caro saluto
Arianna

I commenti degli utenti