Pizza e ananas: il divieto che fa sorridere (e ben sperare)

24 febbraio 2017

Ci sono orrori che ti fanno riconsiderare tutta la scala degli orrori che si possono incontrare in una vita; di quegli orrori che poi, se guardi Dario Argento, la pizza hawaiana si condisce con ananas sciroppato e fette di prosciutto ti sembra la signora sorridente con la coda di cavallo che dirige il piccolo coro dell’Antoniano. Per noi italiani, nessuno escluso, uno di quegli orrori è la pizza con l’ananas. Generosamente descritta come pizza hawaiana è in realtà un sovvertimento di tutte le regole di decenza, un affronto alla Regina Margherita e un mistero che non affascina: stiamo parlando di ananas sciroppato e prosciutto. Finalmente, i paladini della vera pizza hanno un leader, Guoni Thorlacius Jòhannesson.

presidente-islanda

L’Islanda (e tutti sulla cartina a controllare dove sia effettivamente) ha sfornato un nuovo mito dopo Bjork e la fidanzata di Fabio Volo: dal primo agosto 2016 è in carica un Presidente dal volto simpatico che con settantunomila voti (ci sono viceamministratori del bilancio di un centro anziani di Siena a cui ne sono serviti molti di più) ha ottenuto la maggioranza. Tutto questo prima dello scandalo che ha generato. Ricostruiremo per voi tutto l’accaduto momento per momento, con lo stesso scrupolo morboso degli inviati di Porta a Porta. Il Presidente dal volto simpatico si è recato in una scuola del Nord dell’Islanda dove ardimentosi studenti gli hanno posto delle domande; tutto è andato nel migliore dei modi fino a quando un incauto ragazzo si è fatto coraggio e ha domandato (vero giornalismo d’inchiesta): “Cosa ne pensa dell’ananas sulla pizza?”.

pizza e ananas

Il Presidente, senza scrupoli, ha affermato: “La vieterei per legge”. Evidentemente questa è una battuta che non puoi più permetterti quando la legge la rappresenti e sul web, dove la rapidità di diffusione delle notizie è inversamente proporzionale alla loro importanza, si è subito acceso il dibattito. Twitter impazza: c’è chi sta chiedendo la residenza in Islanda, chi al contrario fa scorte di ananas da nascondere nei bunker per quando verranno tempi oscuri; la Cnn intanto ha lanciato un sondaggio: pizza e ananas sì o no? Dopo furiose proteste, il presidente ha dovuto addirittura ritrattare, chiedendo scusa e spiegando al suo popolo: “Mi piace l’ananas, ma non sulla pizza”. Fino a oggi Guoni Thorlacius Jòhannesson godeva di un gradimento stellare: il 97% degli islandesi aveva fiducia in lui; cioè tutti e tre. E voi? A quale dei due fronti aderite?

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti