How to: preparare un uovo di Pasqua in casa

20 marzo 2017

Ogni anno, quando si avvicina la Pasqua, mi fermo ipnotizzato davanti alle vetrine delle pasticcerie e osservo voluttuose uova di cioccolato che possono espandersi fino a dimensioni mai viste. i pasticcieri più arditi le decorano con glasse colorate che prendono le forme più diverse Sono ricche, invitanti, fastose e orribilmente golose. I pasticcieri più arditi le decorano addirittura con glasse colorate, che prendono la forma di fiori, foglie, messaggi benaugurali. Una parte di me, quella vitale e piena d’ottimismo, vorrebbe provarci: fondere il cioccolato, nasconderci una sorpresa davvero ricercata; poi unire le uova e dipingerle come fossi Van Gogh. Ma di Van Gogh io ho solo i malumori: alla fine compro il peggior uovo commerciale addizionato di zuccheri insani e mi butto sul divano fino alla Pasqua successiva. Se voi non siete così e volete cimentarvi, volete davvero provare a preparare un serissimo uovo di Pasqua fatto in casa, ecco come dovete muovervi.

foto-giambattista-giannotti-chef-pasticciere

I consigli più preziosi li andiamo a prendere in Toscana, da Giambattista Giannotti, chef pasticciere del Renaissance Tuscany Resort; se poi non vi bastano i trucchetti e volete assistere dal vivo, approfittate per iscrivervi allo show cooking dedicato alla preparazione delle uova che si terrà proprio nel weekend pasquale.

  1. pasticciotti-al-cioccolato-8Come primo passo, dovete procurarvi due mezzi stampi a forma di uova: li acquisterete in un negozio di casalinghi e li lascerete in attesa mentre spadellate. Sul fuoco dovrete mettere a bollire una pentola d’acqua riempita fino a poco più della metà: questa pentola ne accoglierà una più piccola in cui farete sciogliere il cioccolato (500 grammi di fondente da copertura, che possiede un contenuto maggiore di burro di cacao). Se al negozio di casalinghi avete acquistato anche un termometro per dolci, è il momento di usarlo: la temperatura non deve superare i 42 °C.
  2. temperare-cioccolatoAdesso il piano di lavoro della vostra cucina diventa protagonista: che sia di marmo, ceramica o vetro, deve essere liscio e fungere da supporto su cui temperare il cioccolato; versatevi i tre quarti del cioccolato fuso e lasciate il resto a bagnomaria: li riunirete nel pentolino solo quando il cioccolato sarà temperato, cioè, con l’aiuto del vostro cucchiaio di legno, avrà raggiunto i 30 °C.
  3. uovo-di-pasqua-in-casaAgguantate allora gli stampi a forma di uova e fateli roteare mentre colate dentro il cioccolato. Vorreste già assaggiare, ma invece dovete pazientare almeno un paio d’ore, riponendo la vostra opera in frigorifero. Adesso distraetevi, leggete, chiacchierate finché le uova non si saranno solidificate: in quel momento, potrete toglierle dagli stampi e magari riporre una sorpresa in una delle due parti.
  4. AgrodolceNon avete finito: bisogna comporre l’uovo vero e proprio, unire le due metà; per farlo, scaldate il forno a 180 °C e infilateci una teglia vuota: userete il calore della teglia per appoggiarci le mezze uova, scaldarne i margini e riunirle, facendole combaciare perfettamente (perché questo avvenga, vi eravate già premurati di levigare i bordi con un coltello).
  5. Glassa per cookiesSiete già stati bravissimi e meritate il plauso di tutta la famiglia; ma visto che siete così abili, andate fino in fondo: osate con la glassa. Per questa magica aggiunta, vi basteranno 250 grammi di zucchero a velo, il succo di mezzo limone, e due albumi. Tali ingredienti devono essere mescolati e lavorati al mixer per circa 3 minuti; per giocare col cromatismo, dovete aggiungere coloranti alimentari a vostra scelta. Infilate il composto in un sac à poche e sbizzarritevi: potete decorare l’uovo come preferite, ma soprattutto, come la vostra abilità di disegnatore vi permette.

I commenti degli utenti