Caterina Ceraudo è la miglior chef (donna) secondo la guida Michelin

21 marzo 2017

Secondo Michelin la miglior chef donna del 2017 è Caterina Ceraudo, cuoca del ristorante Dattilo di Strongoli (Crotone), che si è aggiudicata il riconoscimento speciale assegnato dalla celebre guida rossa, lanciato per la prima volta quest’anno insieme a Veuve Clicquot, per premiare il talento femminile in cucina. Ventinove anni, calabrese, Ceraudo ha preso in mano le redini del Dattilo nel 2013, il ristorante di famiglia al centro di un’azienda agricola biologica – con orti, vigneti e uliveti che forniscono i prodotti per la sua cucina, semplice e ricca di sapore – confermando da subito la stella Michelin conquistata nell’anno precedente.

Caterina Ceraudo, Riccardo Sculli, Luca Abbruzzino, Agostino Bilotta (1) (1)

Giovane, creativa, determinata, quella di Caterina, secondo gli ispettori Michelin, è “una cucina moderna e allo stesso tempo complicata, in cui il sapore è spesso bilanciato da giuste dosi di acidità e dolcezza” e una bella storia italiana di imprenditoria al femminile. Il premio si inserisce tra quelli assegnati da Michelin in occasione della presentazione della 62esima edizione della guida, quale riconoscimento di storie di italiani che contribuiscono all’eccellenza del patrimonio culturale del Bel Paese. Nelle altre categorie, il premio Giovane Chef Michelin Italian 2017 se l’è aggiudicato Federico Gallo della Locanda del Pilone di Alba, mentre Qualità nel tempo Michelin Italian 2017 è stato assegnato al Ristorante San Domenico di Imola.

I commenti degli utenti