Spot KFC: una provocazione per chi?

22 marzo 2017

Chizza è la crasi tra Chicken e Pizza, una diavoleria commercializzata da KFC, leader mondiale del pollo fritto. In pratica si tratta di una crocchetta condita come se fosse una pizza. la campagna sui social, decisamente ironica, è ambientata nella costiera amalfitana Decisamente ironica la campagna sui social corredata da un divertente video girato nella Costiera Amalfitana in cui gli italiani, ampiamente stereotipati, si ribellano a tale idea e imprecano nei confronti della telecamera ma sottotitolati con frasi che esprimono ben altri sentimenti. Insomma mentre loro si agitano, in sovraimpressione ci sono complimenti lusinghieri nei confronti di un prodotto improbabile sul nostro mercato. La stessa KFC pone le mani avanti per non cadere e lo fa sfottendo una certa sensibilità italica.

La reazione esasperata del video infatti non è poi così difforme dalle barricate che gli italiani sono pronti ad alzare quando si toccano cibi e piatti tradizionali. Recentissime, ad esempio, sono le polemiche relative all’arrivo di Starbucks. Purtroppo queste comprensibili levate di scudi somigliano più a delle reazioni allergiche di fronte a formali variazioni di abitudini culinarie, ma che non vanno minimamente a cambiare scelte alimentari altrettanto discutibili nella sostanza. Ci si indigna di più per l’arrivo di una crocchetta o di un caffè più lungo di un espresso ma si continua ad avere un approccio spesso acritico al supermercato o al ristorante.

chizza-2

Simbolicamente il problema della Chizza diventa il paragone con la pizza vera anziché l’allevamento intensivo dei polli, la colpa di un caffè è di essere annacquato e poco importano le condizioni di lavoro di chi raccoglie i chicchi. Una campagna ironica può diventare dunque spunto di una riflessione seria. Gli anticorpi, cari connazionali, a quanto pare li abbiamo, dovremmo solo cercare di incanalare giustamente rabbie, paure e indignazioni.

chizza-3

Vi dirò di più: probabilmente la cosa più simile alla Chizza che abbia mai mangiato è la fettina panata avanzata dal pranzo domenicale, ripassata in forno con un po’ di ragù e condita con mozzarella. La cucina del riuso delle nonne era questo e altro: non si buttava niente per una sorta di rispetto sacro nei confronti del cibo. Riacquisiamo maggiore consapevolezza e compiamo delle scelte, se necessario, anche difficili. Sempre!

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti