Il formaggio non fa male, parola dello University College di Dublino

23 marzo 2017

Di formaggio bisogna mangiarne poco, perché aumenta il colesterolo cattivo nel sangue. Quante volte abbiamo sentito questa frase? Ebbene, un nuovo studio la smentisce: il formaggio non c’entra nulla. Anzi, mangiarlo renderebbe più sani. A firmare la nuova ricerca, pubblicata su Nutrition and Diabetes, è l’University College di Dublino: gli scienziati hanno esaminato l’impatto di alcuni cibi come latte, formaggio, yogurt, creme e burro su 1500 irlandesi di età compresa tra i 18 e i 90 anni. I risultati hanno mostrato che i soggetti che consumavano grandi quantità di formaggio assumevano anche più grassi saturi rispetto a coloro che non ne mangiavano o che ne mangiavano poco, ma non mostravano differenze per quanto riguardava i livelli di colesterolo LDL, legato a problemi cardiaci.

formaggi francesi

Inoltre, i ricercatori hanno scoperto anche che alle diete ad alto contenuto di formaggi erano associati anche livelli più bassi di indice corporeo, una ridotta percentuale di grasso e un girovita inferiore, con pressione sanguigna più bassa, mentre le persone che mangiavano regolarmente latte e yogurt a ridotto contenuti di grassi tendevano a mangiare più carboidrati, con un più alto rischio di un colesterolo cattivo.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti