Eat / Drink Me: cibi che si bevono

27 marzo 2017

Beverone. È il primo pensiero che probabilmente vi è venuto in mente legato a un cibo che non si mastica, ma si beve. Il secondo, immediatamente collegato al primo, sarà quasi sicuramente dieta. Sono entrambe associazioni legittime, soprattutto di questi tempi in cui i cibi liquidi sostitutivi di un pasto, i cosiddetti beveroni, spopolano e non solo tra le menti perennemente di corsa della Silicon Valley, ma anche da noi, tra coloro che vogliono perdere qualche chilo, tra chi vuole risparmiare tempo o non ha voglia di cucinare solo per sé. In realtà i cibi da bere possono offrire un’utile risposta a questo tipo di esigenze, ma possono altrettanto bene soddisfare palati esigenti, golosi o semplicemnte curiosi. Ecco qui qualche idea.

  1. filtrare brodoBrodo. Siamo abituati a pensare, e a trattare, il brodo come a una base per preparare altri piatti e non come a un vero e proprio alimento. In realtà il brodo, ottenuto dalla bollitura in acqua di carne, pesce o verdure con aggiunta di spezie e aromi, ha una propria dignità e autonomia. Tanto è vero che in America si stanno diffondendo e diventando sempre più di tendenza i broth bar, a cominciare da Brodo, aperto a New York dall’italiano Marco Canora, che propone tre tipi di brodo: organic chicken broth, heart broth e gingered grass-fed beef broth da sorseggiare nei pratici bicchieri da asporto al posto del caffè.
  2. FrullatiFrullati, smoothies e milkshake. Sono l’ideale per far mangiare frutta e verdura a chi solitamente non le apprezza. Perfetti a colazione o come merenda, potete preparali facilmente in casa divertendovi a provare tutte le combinazioni di frutta e verdura che la vostra fantasia vi propone, utilizzando prodotti di stagione o, al limite, congelati e impreziosendoli con frutta secca o spezie. Come base potete usare semplicemente dell’acqua, del latte vaccino o vegetale, yogurt o addirittura del gelato, facendo attenzione all’apporto calorico e a non abusare di zuccheri.
  3. gazpachoZuppe, vellutate e gazpacho. Zuppe, vellutate e gazpacho sono, tra i cibi da bere, forse quelli più adattabili al variare delle stagioni. Questi, infatti, possono essere serviti caldi, come comfort food, nelle fredde serate d’inverno o freddi per dare sollievo durante le afose giornate estive. A seconda degli ingredienti con cui vengono realizzati, poi, possono essere validi alleati di chi deve stare attento alla dieta o, al contrario, veri e propri piatti unici arricchiti da panna, pancetta, parmigiano…

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti