A Pasqua scegliete le uova dell’AIL insieme agli chef

28 marzo 2017

A Pasqua volete stupire i vostri commensali? Il solito uovo vi ha stufati? Quest’anno a risolvere il dolce dell’ultimo minuto ci pensano le uova benefiche di AIL, l’Associazione Italiana contro le leucemie, linfomi e mielomi. Nelle 4500 piazze d’Italia, dal 31 marzo al 2 aprile, ci sarà come ogni anno la consueta vendita delle uova di cioccolato, con i ricavi destinati alla raccolta fondi per la ricerca. Ma non finisce qui, perché quest’anno il cioccolato che fa bene alla ricerca incontrerà l’alta cucina e si fonderà – letteralmente – grazie all’iniziativa Uova in cerca d’autore, in cui 6 tra i più grandi chef doneranno una propria ricetta realizzata proprio utilizzando la cioccolata delle uova pasquali.

bonci-uova

Le magiche formule per creare un dessert alternativo saranno fornite dal pizzaiolo (e non solo) Gabriele Bonci, dal pluristellato Heinz Beck, dalla cuoca rock Cristina Bowerman, Giulio Terrinoni, Gian Luca Forino e Maurizio Santin. “Sostenere AIL – ha detto la Bowerman – significa sostenere la ricerca scientifica per migliorare il benessere delle persone che combattono una battaglia contro le forme leucemiche. Come chef credo molto nell’alimentazione per aiutare a migliorare la salute delle persone”. “Le uova di AIL – le ha fatto eco Giulio Terrinoni – sono un appuntamento importante, perché ci fanno riflettere su quanto la ricerca scientifica possa cambiare la vita alle persone. Questa è stata la motivazione principale che mi ha spinto a sostenere la loro attività”. “Ho scelto di sostenere AIL – spiega a sua volta Maurizio Santin – perché grazie a questo progetto posso coniugare la passione per la pasticceria all’impegno per la ricerca scientifica. Con il sostegno di tutti possiamo sostenere le attività di ricerca e contribuire a regalare un futuro a tante persone“.

bowerman-uova

Così, a cadenza regolare, sui profili social Facebook, Twitter e Instagram di AIL e sulla pagina dedicata del sito istituzionale si potranno trovare e copiare le ricette degli chef, anche apportando le proprie varianti specializzate. E poi si potrà condividerle sul proprio profilo utilizzando gli hashtag ufficiali: #daivitaallaricerca #uovaAIL2017 #UovaincercadAutore. Nella scorsa edizione erano state vendute oltre 500.000 uova, grazie alle quali sono stati raccolti oltre 7 milioni di euro. Oltre che per la ricerca scientifica, i fondi raccolti saranno destinati anche al servizio di assistenza domiciliare per adulti e bambini e per le case alloggio AIL.

I commenti degli utenti