Premio MangiaeBevi: tutti i vincitori del 2017

29 marzo 2017

Il ristorante La Pergola ha sbancato tutto. Non solo ha vinto il premio Mangiaebevi 2017 per le eccellenze del Lazio come miglior ristorante di Roma, ma ha portato a casa i più grandi riconoscimenti, il ristorante più premiato è sicuramente la pergola di heinz beck con Heinz Beck incoronato miglior chef, Simone Pinoli eletto miglior restaurant manager e Marco Reitano designato miglior sommelier. Il premio MangiaeBevi 2017 – Le eccellenze di Roma e del Lazio,  alla sua prima edizione, ha conferito 32 riconoscimenti alle attività di ristorazione, 9 ai professionisti, 22 attestati di eccellenza a prodotti e produttori enogastronici del Lazio, con oltre 158 nomination in partenza. “Il premio – ha spiegato Fabio Carnevali, editore e direttore di MangiaeBevi.it, – nasce come riconoscimento e gratificazione di quelle attività e di quei professionisti della ristorazione che si siano distinti durante il corso dell’ultimo anno”. A decretare i vincitori, una super giuria composta da 50 tra i più autorevoli giornalisti e critici enogastronomici, presieduta da Jerry Bortolan.

pier-daniele-seu-2

A portarsi a casa il premio come miglior format innovativo è stato Retrobottega, grazie anche al suo chef Giuseppe Lo Iudice, vincitore nella categoria under 30. Riconoscimenti importanti anche per Gabriele Bonci, che vince come miglior pizza chef e con il suo Pizzarium. Due premi per Roscioli, come miglior bistrot e miglior caffetteria. Pier Daniele Seu ha vinto come miglior pizza chef under 30, mentre Marion Lichtle de Il Pagliaccio si è imposta come miglior pastry chef tra due big come Giuseppe Amato e Dario Nuti. Un premio speciale per la critica enogastronomica è invece stato assegnato a Luigi Cremona.

formaggi-vaccini-06

Durante la serata sono quindi state premiate con un attestato di eccellenza 22 aziende enogastronomiche della regione che dal vino all’olio, dai formaggi ai tartufi, hanno deliziato i presenti con i loro prodotti. Tra i premiati anche Daniele Bonanni, proprietario del ristorante Matrù di Amatrice, locale in fondo al corso del paese completamente raso al suolo dall’ultimo terremoto, un riconoscimento in rappresentanza di alcune attività enogastronomiche amatriciane colpite dal sisma ma che ancora riescono a produrre. Ecco, quindi,  nel dettaglio, tutti i premi assegnati.

Miglior attività di ristorazione

Lo chef Heinz Beck con il sommelier Marco Reitano

Per la categoria migliori ristoranti gourmet, sul podio La Pergola (Roma), Pascucci al Porticciolo (Fiumicino) e la Trota (Rivodutri). Miglior ristorante di pesce: Il Sanlorenzo (Roma) e Romolo al Porto (litorale romano). Miglior trattoria L’Arcangelo (Roma) e Sora Maria e Arcangelo (Olevano Romano). Miglior pizzeria è la La Gatta Mangiona; per i ristoranti della tradizione Antica Pesa mentre per il format innovativo Retrobottega. Miglior novità dell’anno Madre; miglior comunicazione digitale Il Tino; miglior ristorante etnico Yugo; miglior bistrot Roscioli; miglior brunch Coromandel; miglior enoteca Trimani; miglior birreria Open Baladin; miglior pizza al taglio/alla pala Pizzarium; miglior cibo di strada Trapizzino; miglior cocktail bar The Jerry Thomas Project; miglior caffetteria Roscioli Caffè; miglior pasticceria De Bellis; miglior gelateria Otaleg.

Migliori professionisti della ristorazione

osteria-del-borgo-bonci

Sul podio come miglior chef Heinz Beck (La Pergola); Giuseppe Lo Iudice di Retrobottega come miglior chef under 30, Gabriele Bonci (Bonci, Pizzarium) come miglior pizza chef; Pier Daniele Seu (Mercato Centrale) come miglior pizza chef under 30; Marion Lichtle (Il Pagliaccio), miglior pastry chef; Simone Pinoli (La Pergola), miglior restaurant manager; Sergio Frasca (Imàgo) miglior maitre; Marco Reitano (La Pergola), miglior sommelier; Massimo D’Addezio (Chorus Cafè), miglior barman.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti