Countdown all’abbronzatura: i consigli e i cibi giusti

14 aprile 2017

L’estate è ormai vicina ed è arrivato il momento di iniziare a preparare la pelle all’esposizione solare: bastano piccoli gesti importanti sia per la salute stessa della pelle che per contribuire ad avere un aspetto più giovane. preparare la pelle al sole è un processo che va fatto molto prima che inizi l'estate I raggi UV del sole, infatti, sono tra i principali responsabili dell’invecchiamento precoce della pelle. Sicuramente in questo caso la parola chiave è gradualmente: esporsi troppo in fretta, troppo a lungo e con la pelle non adeguatamente preparata può dare adito a difetti minimi ma indesiderati, come un’abbronzatura non uniforme, macchie, fino a problemi più gravi quali scottature, ustioni ed eritemi solari. Per preparare la pelle e ottenere una sana e uniforme abbronzatura: bisogna esfoliare, quindi una volta a settimana è bene esfoliare la pelle per rimuovere la pelle secca e promuoverne la rigenerazione; bisogna idratare, perché dopo l’esfoliazione è molto importante reidratare la pelle, per evitare nuove aree di pelle secca, per restituire morbidezza, elasticità e protezione; usare una protezione adeguata in base al proprio fototipo per evitare le scottature, che possono causare invecchiamento precoce e anche tumori della pelle.

bere acqua

E l’alimentazione? Il metodo migliore per aiutare l’abbronzatura dall’interno, oltre a bere molta acqua, è quello di adottare un’alimentazione giusta, ricca di frutta e verdura di stagione e di tutti i nutrienti necessari per aiutare la pelle a difendersi dal sole. Scopriamo allora quali sono questi nutrienti e quali cibi non devono assolutamente mancare dalle nostre tavole in questo periodo dell’anno.

  1. caroteVitamina A. La vitamina A è in grado di stimolare la melanina, favorendo così la tintarella. In generale, a parte alcune eccezioni, gli alimenti contenenti vitamina A sono la frutta e la verdura di colore giallo o rosso-arancione, come: carote, radicchio, zucca gialla, spinaci, lattuga, peperoni, mango, pesche gialle, albicocche e fragole che sono anche ricchissime di betacarotene, alleato perfetto della tua abbronzatura. Inoltre essendo la vitamina A liposolubile, si consiglia di consumare queste verdure condite con dell’olio extravergine d’oliva, in modo da facilitarne l’assorbimento.
  2. pomodoriLicopene. Il licopene, oltre ad aiutare la pelle a resistere a lungo all’esposizione solare, è anche un ottimo anti-ossidante e contribuisce pertanto a proteggere l’organismo dall’invecchiamento, e quindi anche la pelle dal danneggiamento da esposizione solare. I cibi che lo contengono si distinguono facilmente in quanto sono di colore rosso, tra questi troviamo: pomodori, anguria, fragole e peperoni. In particolare per il pomodoro il contenuto in licopene è influenzato dal grado di maturazione del pomodoro stesso, ed è stato calcolato infatti che nei pomodori rossi e maturi sono presenti 50 mg/kg di licopene, mentre la concentrazione scende a 5 mg/kg nelle varietà gialle. Inoltre la biodisponibilità del licopene sembra essere più elevata nei prodotti trattati termicamente rispetto ai prodotti crudi, ad esempio è maggiore nelle salse di pomodoro o nel pomodoro cotto, rispetto al pomodoro consumato crudo.
  3. salmoneOmega 3 e Omega 6. Ottimi per abbronzarsi meglio, sono anche tutti gli alimenti che aiutano a mantenere la pelle giovane ed elastica come i cibi ricchi di omega 3 e omega 6 quali: soia gialla, mandorle, semi di lino, pesce, latte. Anche negli integratori alimentari per l’abbronzatura sono aggiunti omega 3 e 6, perché aiutano a mantenere una buona idratazione della pelle essendo indispensabili per la formazione del film idro-lipidico che protegge e idrata la pelle. In particolare gli omega 3 e omega 6 hanno origini diverse: gli omega 3 sono grassi essenziali di origine animale di cui è particolarmente ricco il pesce azzurro; gli omega 6 sono grassi essenziali di origine vegetale di cui sono ricchi gli oli di soia e mais e le germe di grano.
  4. frutta secca idee per merendeVitamina E. Grazie alle proprietà antiossidanti la vitamina E combatte l’invecchiamento cellulare, stimola la rigenerazione dell’epidermide e protegge i lipidi cutanei da agenti ossidanti. Alimenti ricchi di vitamina E sono gli oli vegetali (come l’olio di girasole, l’olio di oliva), la frutta secca come mandorle, nocciole e noci; l’avocado e i cereali integrali.
  5. bicchieri d'acquaAcqua. Per prevenire la secchezza della pelle durante l’esposizione al sole, ricordiamoci di bere circa 2 litri di acqua al giorno già prima che inizi l’estate. Bere acqua contribuisce all’idratazione della pelle e la aiuta ad avere un aspetto migliore. Inoltre nelle giornate più calde è fondamentale reintegrare i liquidi eliminati dalla sudorazione.

I commenti degli utenti