15 ricette distreet food polacco da non perdere

18 aprile 2017

Avete mai provato lo street food polacco? Ebbene sì, anche in questa parte d’Europa il cibo da strada è l’ultima moda. È protagonista di festival, di pranzi veloci ma sfiziosi e all’aria aperta, di pasti economici ma anche di ricette più raffinate. Qualsiasi sia l’occasione, lo street food è sicuramente un buon modo per assaggiare tante specialità tradizionali tra una visita e l’altra. Cercate allora i camioncini gastronomici, i food truck, per le strade delle città o all’interno dei mercati e tuffatevi nella cucina polacca. A Varsavia, per esempio, troverete pane per i vostri denti al Food Port, una zona vicino al ponte di Poniatowski che con la bella stagione si riempie di profumi e di piatti di strada. Altra area rinomata è la Plac Nowy di Cracovia. Qui un must è lo zapiekanka. Che cosa è? Scoprite le 15 specialità di street food polacco da non perdere e preparatevi a partire.

  1. zapiezankaZapiekanka: partiamo proprio da qui, dal simbolo dello street food polacco. È definito anche come pizza polacca e non è altro che una mezza baguette con formaggio e funghi, servita calda e croccante con un filo di ketchup come guarnizione. Questa è la ricetta base ma in giro si trovano anche delle variazioni sul tema. La storia di questa specialità ha origine negli anni ’70 ed è ormai un’icona della città di Cracovia, anche se si trova facilmente in tutta la Polonia.
  2. ObwarzanekObwarzanek: un cibo da prendere al volo! Si tratta di un pane dalla forma rotonda, con un buco al centro come se si trattasse di un grosso anello. La superficie è cosparsa di sale, sesamo e soprattutto semi di papavero, un ingrediente tipico della cucina polacca. È prima bollito e poi cotto al forno. La consistenza morbida e il sapore leggermente dolce possono farci venire in mente il bagel o il pretzel. Anche in questo caso, potete trovare stand che vendono Obwarzanek in ogni città della Polonia ma il suo luogo d’origine è Cracovia. È qui che è stata creata questa ricetta come dono per il re.
  3. Maczanka: altra specialità di Cracovia, davvero irresistibile. Questo panino è infatti ripieno con un capocollo marinato per 48 ore secondo un’antica ricetta. A completare il tutto, un delizioso sughetto di carne, cipolla e cetrioli sottaceto. Nei vari food truck potete trovare in menu anche delle varianti di questa specialità. Persino gli chef propongono nuove e moderne interpretazioni di Maczanka. Avrete da divertirvi!
  4. Naleśniki: è una specie di pancake, ma più sottile, che viene di solito servito arrotolato su se stesso. Potete trovarlo insieme a ingredienti dolci (marmellata, frutta fresca, formaggio morbido e zucchero) oppure salati (verdure, pollo, macinato, prosciutto, funghi, patate).
  5. Placki kartoflane o ziemniaczane: potremmo definirli dei pancakes o delle frittelle di patate. Anche in questo caso possono essere accompagnate da ingredienti dolci (sciroppi di frutta), ma soprattutto salati. Provateli con il macinato, il gulash, il formaggio, la panna acida o la salsa ai funghi. Secondo i documenti, questa è stata una ricetta importante dell’alimentazione dei monaci polacchi del XVII secolo. Nonostante siano passati tanti secoli da allora, questi pancake continuano a conquistare i palati dei polacchi e dei turisti stranieri!
  6. OscypekOscypek: l’aspetto può ricordare una pagnotta. In realtà si tratta di un formaggio molto particolare, tutelato tra i presidi Slow Food. Che cosa ha di tanto speciale? È un formaggio affumicato, a base di latte di pecora, dalla caratteristica forma a fuso. Viene prodotto sui monti Tatra, al confine con la Slovacchia ed è una tradizione antichissima. Spesso per strada viene proposto tagliato a fette e grigliato. Provatelo con una calice di birra o un bicchierino di vodka.
  7. smalecPajda ze smalcem: soprattutto nei mercatini regionali è facile trovare questa fetta di pane cosparsa di smalec, che in italiano significa strutto. A contrario di quanto si possa pensare, questo tradizionale cibo da strada è più interessante di quanto si pensi. In Polonia infatti è abitudine antica quella di profumare lo strutto con cipolle fritte e maggiorana fresca, due ingredienti che rendono questo pezzo di pane molto aromatico. Spesso i venditori aggiungono anche del cetriolo in salamoia.
  8. KaszankaKaszanka: passiamo ora a una ricetta di street food più estrema. Il kaszanka è un sanguinaccio preparato con sangue e interiora di maiale e un particolare tipo di grano saraceno diffuso nel centro e nell’Est Europa (kasza). Per insaporire il tutto viene aggiunta cipolla, pepe nero e maggiorana. Per strada ve lo proporanno cotto alla brace, fumante e succolento.
  9. kielbasaKiełbasa: non si finisce mai di parlare di salsicce polacche, perfette come street food. Ne esistono affumicate o fresche, di maiale, di tacchino, di agnello, di pollo, di manzo o di vitello. Kiełbasa è il termine generale (significa salsiccia, appunto) ma ne esistono diverse varietà regionali. La Kiełbasa lisiecka, per esempio, viene dalla zona meridionale di Małopolska ed è un IGP. La Kabanos viene invece dalla parte orientale della Polonia ed è carne di maiale essiccata. Ancora la Krakowska è originaria di Cracovia. È preparata con un taglio magro di maiale, insaporita con aglio, pepe e coriandolo, infine affumicata. In Polonia le salsicce vengono aggiunte alle zuppe, grigliate, bollite o semplicemente tagliate a fettine e accompagnate da una birra o dalla vodka come snack.
  10. Kiszka ziemniaczana: questa salsiccia merita una menzione speciale. Perché? Perché si tratta di una cosa molto particolare: l’impasto è a base di patate, cipolla e pancetta, saltati in padella e poi mescolati con carne di maiale. Il tutto viene poi cotto in forno.
  11. Pasztecik szczeciński: queste crocchette invece sono adatte anche per i vegetariani. All’interno di questa panatura croccante si può trovare infatti carne macinata ma anche solo crauti, funghi e/o formaggio. La ricetta è tradizionale della città di Szczecin, vicino al mar Baltico, ma, come per altre specialità, è diffusa per le strade di tutta la Polonia.
  12. Pierniki Toruńskie: è un pane di zenzero tipico della città di Toruń, nel nord della Polonia. Sembra che la tradizione abbia origini medievali. Una ricetta molto antica che ancora oggi vive tra le strade e i mercati delle località polacche. Potete trovare questo dolce con forme e dimensioni diverse, ricoperto di cioccolato o con il cioccolato, ma anche il gelato, come ripieno.
  13. Pańska skórka: parlando di ricette dolci di street food non possiamo non menzionare queste caramelle fatte di zucchero, albumi e lamponi. Probabilmente la ricetta ha subito l’influenza della pasticceria turca. Oggi però è legata alle festività cristiane, in particolare Pasqua e Tutti i Santi. È proprio in quest’ultima occasione che le strade si riempiono di venditori ambulanti, soprattutto vicino ai cimiteri. Queste caramelle sono originarie di Varsavia e si riconoscono facilmente per il colore rosato e l’involucro bianco, quasi trasparente.
  14. Rogale świętomarcinskie: ovvero i cornetti di San Martino. Sono tradizionali di Poznan e legati alla celebrazioni dell’11 novembre, San Martino. La pasta dolce, a forma di mezzaluna, è ripiena di semi di papavero. I fornai e i pasticceri, per poterli preparare e vendere, devono avere uno specifico certificato. Una specialità davvero particolare che non può passare inosservata!
  15. pierogiPierogi: probabilmente questi ravioli sono tra le specialità polacche più famose. Li potete assaggiare al ristorante ma anche in versione street food, sia in patria che all’estero. Potete trovarli ripieni di formaggio, di patate, di carne, di funghi, di panna acida o di crauti. Esistono persino i pierogi dolci, preparati con frutta di stagione o con un semplice formaggio cagliato. Possono essere cotti al forno, bolliti o fritti. Insomma, avrete l’imbarazzo della scelta!

I commenti degli utenti