Latte e derivati, parte l’obbligo di indicare la provenienza sull’etichetta

21 aprile 2017

Da mercoledì 19 aprile è diventato obbligatorio indicare in etichetta l’origine del latte e dei prodotti lattiero – caseari. Lo stabilisce l’entrata in vigore del decreto Indicazione dell’origine in etichetta della materia prima per il latte e i prodotti lattieri caseari, in attuazione del regolamento UE del 2011, firmato dai ministri delle Politiche Agricole Maurizio Martina e dello Sviluppo Economico Carlo Calenda. Secondo Coldiretti è un momento storico per il made in Italy che rivoluzionerà la spesa degli italiani e difenderà gli allevatori dai prodotti delle false provenienze italiane: secondo i dati raccolti dalla confederazione infatti, tre buste di latte a lunga conservazione su quattro contengono prodotti stranieri. “È una svolta storica – ha commentato il ministro Martina – che permetterà di inaugurare un rapporto più trasparente e sicuro tra allevatori, produttori e consumatori. Stiamo lavorando per estendere l’obbligo dell’origine in etichetta anche ad altre filiere, a partire da grano, pasta e riso. Spingeremo con forza affinché questo modello si affermi a livello europeo“.

I commenti degli utenti