Pranzare a Roma: Deli Cucina&Bottega

2 maggio 2017

Diciamo la verità, i locali aperti solo a pranzo li abbiamo sempre un po’ snobbati. Questo perché il pranzo è spesso considerato il pasto di serie B. Quello fatto di corsa, tra un impegno e l’altro, quello soggetto a limitazioni perché necessariamente più leggero. Ultimamente però, la crescita di coscienza gastronomica capitolina (ma anche nazionale e internazionale) sta ponendo l’accento anche su questo momento della giornata e di conseguenza, le persone preferiscono mangiare bene – molto bene – nella pausa di metà giornata.

interno_locale_3

Ma dove? Il dilemma è noto a tutti i lavoratori di tutte le città, cittadine e paesi d’Italia. A Roma nel quartiere Trastevere, per fare un esempio, potreste andare da Deli Cucina&Bottega.  Ad aprirlo sono stati due intraprendenti giovanotti romani, Gianluca Verde e Antonello Giammarco, precedentemente impegnati in altre faccende (nel caso di Antonello già legate alla cucina) e poi convogliati con entusiasmo in questo progetto.

panino-con-pollo-satay

Panino cono Pollo Satay

Locale piccolo piccolo ma molto accogliente in Vicolo del Bologna 19, nel triangolo gastronomico formato dalla pizzeria Bir&Fud, la birreria Ma Che Siete Venuti a Fa’, e lo stellato Glass Hostaria. Panini, insalate e cibi espressi sempre diversi preparati per gli avventori a prezzi ragionevoli, nel rispetto della stagionalità, del mercato, e della qualità delle materie prime.

cheeseburger_2

Cheeseburger

Famose stanno già diventando le tapas, piccoli panini assortiti con farce insolite, che potreste assaggiare persino durante l’aperitivo il venerdì e il sabato: nel week-end infatti, Deli resta aperto fino alle 22.

tapas-con-pork-belly-e-insalata-di-cavolo

Tapas con pork belly e insalata di cavolo

Quindi insalata nizzarda, porchetta fatta in casa, cheeseburger, pork belly, pollo satay o magari al curry, torte e crostate fatte in casa, qualche buona etichetta di vino, un paio di champagne e ottime birre artigianali che completano l’offerta del Deli di Trastevere. Da provare.

I commenti degli utenti