Primavera a Milano significa Taste

3 maggio 2017

Ci saranno 24 chef, 84 piatti, oltre 50 vini e le eccellenze di birra e caffè nella nuova edizione, l’ottava, di Taste of Milano, che parte domani 4 maggio e continuerà fino al 7, quest'anno taste farà parte di una serie di eventi e iniziative sul tema alimentazione a milano con la città meneghina al centro di una serie di eventi e iniziative sul tema alimentazione, con protagoniste le più grandi aziende nazionali e internazionali. Il festival nel 2017 ha già fatto tappa a Hong Kong, Dubai e Sidney e nel capoluogo lombardo, al The Mall di Porta Nuova Varesine, inaugura la sua nuova stagione europea.  “I numeri di questa edizione parlano da soli – spiega Mauro Dorigo, General Manager di Brand Events Italy, che dal 2010 organizza i Taste Festivals italiani – tutto è pronto per soddisfare i palati degli oltre ventimila visitatori attesi. Una occasione unica per avere un assaggio di quella Milano gourmet che segna le nuove tendenze culinarie a livello mondiale”.

taste of milano

Da giovedì a domenica chi acquisterà il biglietto d’ingresso potrà gustare i piatti tra alcuni dei ristoranti più rinomati di Milano e, come sempre, a prezzi abbordabili, visto che ogni portata sarà compresa tra i 6 e i 10 euro al massimo. E, come sempre, per i pagamenti ci sarà la speciale valuta del ducato, corrispondente a un euro. Per acquistare sarà sufficiente ricaricare la Card Ducati che verrà consegnata all’ingresso. La formula per gustare l’alta cucina resta invariata: 3 portate in formato degustazione, con prezzi variabili tra i 6 e gli 8 Ducati, e un quarto piatto, del valore di 10 Ducati, legato alla stagionalità e ai prodotti locali, per un totale di 4 portate realizzate da ogni ristorante.

Claudio Sadler, chef ristorante omonimo

I protagonisti dell’edizione 2017 saranno: Elio Sironi (Ceresio 7), Felice Lo Basso (Felix Lo Basso), Roberto Okabe (Finger’s), Denis Pedron e Domenico Soranno (Langosteria), Alberto Minio Paluello (Mantra Raw Vegan), Rafael Rodriguez (Quechua), Claudio Sadler (Ristorante Sadler), Tano Simonato (Tano Passami L’Olio), Ilario Vinciguerra (Vinciguerra Restaurant), Andrea Aprea (Vun – Park Hyatt), Alessandro Buffolino (Acanto), Takeshi Iwai (Ada e Augusto), Andrea Provenzani (Il Liberty), Roberto Conti (Trussardi alla Scala), Tommaso Arrigoni ed Eros Picco (Innocenti Evasioni), Edoardo Fumagalli (La Locanda del Notaio), Andrea Berton (Ristorante Berton), Andrea Asoli (Rubacuori by Venissa), Fabrizio Ferrari (Unico Ristorante), Wicky Priyan (Wicky’s Wicuisine).

cocktail

In collaborazione con Villa Massa, nota per il suo Limoncello d’autore, vede la luce anche la cocktail academy, per imparare il bar tendering con i professionisti della Federazione italiana barman, così come, per la prima volta, nasce Taste of TUTTOFOOD, uno spazio multifunzionale con all’interno il ristorante dell’associazione Jeunes Restaurateur d’Europe (Italia), protagonisti le due new entry Davide Del Duca di Osteria Fernanda di Roma ed Emanuele Donalisio del Ristorante Il Giardino del Gusto di Ventimiglia, che per l’occasione realizzeranno un menu di quattro portate elaborando i prodotti offerti da Confartigianato, Federbio, Regione Sicilia e Unas. A completare l’area una coinvolgente attività di Blind Taste con il Masterchef Stefano Callegaro e un importante appuntamento in compagnia di Angela Frenda, food editor del Corriere della Sera.

taste of milano

Taste of Milano inaugura la Week&Food e sarà uno degli eventi inseriti nel palinsesto coordinato dal Comune di Milano sotto il cappello di Milano Food City: una settimana dedicata a tutti gli aspetti dell’enogastronomia, esplorati da molteplici punti di vista per far vivere il territorio, e che si propone di diventare un appuntamento fisso annuale come la settimana della moda e quella del design.

I commenti degli utenti