All’Academy del Vinòforum 2017 tutta l’eccellenza gastronomica del Paese

31 maggio 2017

Dal 3 al 12 giugno al Vinòforum 2017 di Roma ci sarà anche uno spazio dedicato alla cultura del cibo di qualità per promuovere e approfondire la bellezza della biodiversità nel settore agroalimentare italiano. al vinòforum appuntamenti giornalieri con l'academy, dedicata ad appassionati, esperti, ma anche giovani e neofiti Saranno infatti decine gli appuntamenti giornalieri dell’Academy dedicati ad appassionati, esperti, operatori, ma anche giovani e neofiti, tenuti da chi ogni giorno lavora con l’eccellenza gastronomica del Paese. Ogni giorno si parte con uno speed tasting: sarà sufficiente presentare il gettone che si riceve in cassa per chiedere ad un master sommelier sempre a disposizione tutto quel che si vuole sul mondo del vino, soddisfando così la propria curiosità. Primo appuntamento, con repliche agli stessi orari durante tutta la manifestazione, è sabato 3 dalle 19.00 alle 20.00 e dalle 22.00 alle 23.30. Negli spazi di Dispensa Italia ci sarà ogni giorno un focus su uno dei maggiori prodotti di eccellenza del territorio italiano.

  1. shutterstock_234246907Si comincia il 3 alle 20.00 con la pasta e il laboratorio di Meraviglie in pasta che spiegherà come ottenere il prodotto del loro successo grazie alla qualità delle materie prime, alla freschezza dei prodotti e al sano made in Italy.
  2. Domenica sempre allo stesso orario è la volta del Molise con il caciocavallo di Agnone: il caseificio Pulsone racconterà tutti i segreti della sua lavorazione.
  3. shutterstock_246725017Lunedì 5 e sabato 10 ci sarà invece un focus dedicato al lievito madre e alle istruzioni per utilizzarlo: un laboratorio pratico sul rinfresco e il mantenimento a cura dell’associazione Il pane lo porto io che illustrerà i vantaggi di una lunga lievitazione. Al termine tutti i partecipanti porteranno a casa un pezzetto di lievito madre di cui prendersi cura.
  4. Il 6 giugno tocca invece a Berardino dell’agriturismo Il contadino di Caianiello spiegare una sua invenzione, la stringata casertana, che unisce in un unico prodotto tre parti differenti del maiale: lardo, lonza e pancetta.
  5. shutterstock_247317313Il 7 è il turno della mozzarella di bufala: sarà il caseificio Ponticorvo di Alvignano a mostrare la produzione artigianale di questo meraviglioso prodotto.
  6. Anche la pizza avrà il suo bel da fare: l’8 giugno si parlerà infatti di pizza a km 0 con Diego Vitagliano e del suo prodotto fuori dagli schemi.
  7. shutterstock_351779120Le alici di Cetara di Pasquale Torrente terranno invece banco il 9 giugno: fritte, sottolio o sotto forma di colatura sono diventate ormai una nota forma d’arte, simbolo internazionale della costiera amalfitana.
  8. olio d'olivaL’11 è il momento dell’olio: come nasce un olio extravergine d’oliva e come si conserva sono i temi trattati dagli esperti del Consorzio Extravergine Alta Qualità, mentre alle 23 si chiuderà con la terra genuina di Salvio.

Ma non è finita qui, ogni giorno dalle 21 ci saranno degustazioni di vini: ci sarà spazio per il Verdicchio e la sua storia nelle celebri bottiglie di Fazi Battaglia, per i vini dell’Etna spiegati da Girolamo Russo, ma anche per lo Stillato di Principe Pallavicini e per una lezione di Pinot Nero guidata da Silvio Ariani della Cantina Hofstaetter. Per l’Aglianico di Elena Fucci, per la storia dello champagne, del Fiano, del Primitivo e delle migliori bollicine italiane, per concludere infine con il mito del Barolo. La partecipazione agli eventi gratuiti è possibile previo acquisto del biglietto d’ingresso alla manifestazione. I posti sono limitati. Per maggiori informazioni consultate il sito ufficiale.

I commenti degli utenti