Bottura e il suo refettorio sbarcano a Londra

6 giugno 2017
di Federica Fedeli

Il 5 giugno è stato il giorno dell’inaugurazione e del primo servizio del nuovo Refettorio di Massimo Bottura: massimo bottura arriva a londra: apre refettorio felix questa volta lo chef e la sua Food for Soul hanno scelto Londra come nuova sede, dopo le esperienze positive di Milano e Rio de Janeiro. È stato battezzato Refettorio Felix e si trova nel quartiere di Earl’s court, all’interno della già esistente mensa del St Cuthbert’s Centre, i cui locali sono stati ristrutturati dall’architetto Charles Wainright e lo studio di design Studioilse in sole sei settimane.

unadjustednonraw_thumb_358e

Questo nuovo progetto è frutto della collaborazione tra l’associazione non-profit di Massimo Bottura, Food for Soul e il London Food Month Festival (food festival che si svolge nel mese di giugno con centinaia d’eventi in tutta Londra). Ma non solo, gli ingredienti sono stati forniti dal The Felix Project, associazione che ha come fornitori ufficiali molti dei supermercati inglesi tra i quali Waitrose, Sainsbury’s, Fortnum and Mason e Hello Fresh e che, a un anno dall’apertura, già fornisce le materie prime a più di 80 organizzazioni benefiche in tutta Londra.

mtgrkaihtzevzjs6lomwlq_thumb_354e

Per il primo giorno di servizio della sua nuova creatura Massimo Bottura ha ideato un menu che lega i concetti base della cucina di recupero ai sapori italiani e inglesi: i 60 ospiti, tutte persone in difficoltà, hanno potuto gustare della zuppa di verdure, della pasta con le briciole (pasta with leftover breadcrumb pesto) e del gelato al tè earl grey e biscotti.

unadjustednonraw_thumb_3556

Subito dopo questo primo pranzo Bottura, il direttore creativo del London Food Month Festival Tom Parker Bowl, il direttore del St Cuthbert’s Centre Richard Parker, il progetto è quello di servire più di 2000 pasti il direttore del Felix Project Justin Byam Shaw e la designer Ilse Crawford hanno tenuto una conferenza stampa davanti a 120 invitati e alla stampa. Durante l’evento Massimo Bottura ha spiegato come, sin dalla prima mezz’ora passata all’interno del St Cuthbert’s Centre, sia rimasto estasiato e incantato dall’ambiente, tanto da dichiarare “è stato questo luogo a scegliere me, non il contrario”. Da 25 anni infatti questo centro è un punto d’incontro e di aiuto per alleviare fame e povertà nella zona ovest di Londra. D’ora in poi refettorio sarà aperto dal lunedì al venerdì tra le 12.30 e le 14, servendo pasti ai meno fortunati: il progetto è quello di servire più di 2,000 pasti usando circa cinque tonnellate di cibo alla volta.unadjustednonraw_thumb_353e

Durante tutto il mese di giugno Massimo Bottura e più di 30 chef provenienti da tutto il mondo si alterneranno nelle cucine del refettorio: nomi del calibro di Alain Ducasse, Monica Galetti, Enrico Cerea e Giorgio Locatelli daranno vita a dei menu ideati per minimizzare gli sprechi. Dopo questo primo mese il refettorio Felix rimarrà aperto a tempo indeterminato, continuando a servire pasti preparati da due chef fissi, assistiti ogni mese da uno chef ospite. Oltre alla sua funzione di aiuto verso i meno abbienti, lo spazio diventerà anche sede di workshop ed eventi per sensibilizzare la comunità locale contro lo spreco di cibo; inoltre sarà possibile visitare il centro tutti i giorni tra le 16 e le 17 per entrare in contatto con questa realtà e farsi coinvolgere dal progetto.

I commenti degli utenti