Milano 2018, i migliori ristoranti secondo il Gambero Rosso

8 giugno 2017

La guida Gambero Rosso 2018 dedicata a Milano e al meglio della Lombardia inaugura una nuova stagione di raccolte per orientarsi tra i migliori esempi di ristorazione in Italia e all’estero e lo fa con un volume di 1454 indirizzi e più di 190 novità.

cuccia-e-laura-mantovani

Milano è una continua sorpresa – ha commentato Paolo Cuccia, presidente di Gambero Rosso – c’è l’imbarazzo della scelta“. Una grande offerta ma anche tanta voglia di investire. sono stati inseriti brevi itinerari per non perdersi il meglio di Milano in 24 ore e il meglio della regione in 48 ore. Dal capoluogo lombardo si è diffusa la spinta propulsiva e il grande fermento creativo portato da Expo, che sono arrivati a toccare tanti altri luoghi della regione. Per questo durante la presentazione è stato più volte sottolineato che quest’anno la selezione è stata particolarmente difficile: difficile ma necessaria per offrire una guida pratica e affidabile. Per aiutare meglio il lettore, all’inizio di Milano 2018 sono stati inseriti dei brevi itinerari per non perdersi il meglio di Milano in 24 ore e il meglio della regione in 48 ore.

Scopriamo ora chi, tra nomi storici e interessanti novità, si è aggiudicato gli ambiti premi del Gambero Rosso.

Tre forchette

milan-fine-dining-seta-courtyard-kitchen

L’alta ristorazione milanese e lombarda continua a crescere e lo fa con nomi ben noti al Gambero Rosso e ai buongustai italiani: Seta del Mandarin Oriental Milano con Antonio Guida (in foto), Da Vittorio a Brusaporto (Bg) con Roberto ed Enrico Cerea, Dal Pescatore di Canneto sull’Oglio (Mn) con Nadia e Giovanni Santini, Berton a Milano di Andrea Berton e Ilario Vinciguerra di Gallarate (Va) gestito dallo stesso Vinciguerra.

A questi big si aggiungono quest’anno nomi interessanti del panorama della ristorazione italiana. Iniziamo dai due chef che hanno realizzato importanti cambiamenti di recente: Davide Oldani, che ha da poco spostato il suo ristorante D’O a San Pietro all’Olmo (Mi) senza tradirne la filosofia pop che lo ha sempre caratterizzato; Philippe Léveillé di Miramonti L’Altro di Concesio (Bs), che ha rivoluzionato la sua brigata puntando sulle donne (ha ritirato il premio la sous chef Arianna Gatti di soli 25 anni). Tra le novità delle Tre Forchette troviamo anche Enrico Bartolini al Mudec, che l’anno scorso aveva vinto il premio novità dell’anno 2017.

Tre gamberi

trippa-milano

Passiamo ora alle migliori osterie di Milano e dintorni. Anche in questa categoria troviamo veterani e nuove scoperte. Partiamo dalla new entry 2018, presentata come il “prototipo della trattoria moderna vera, un posto di contenuto dove si mangia molto bene e ci si diverte“. Stiamo parlando di Trippa a Milano (in foto), una delle novità della guida.

Ritroviamo invece anche quest’anno l’Osteria del Treno di Milano, Caffè La Crepa a Isola Dovarese (Cr), La Madia a Brione e l’Osteria della Villetta del 1900 di Palazzuolo sull’Oglio, entrambi in provincia di Brescia.

Tre mappamondi e tre bottiglie

Iyo, Milano

Milano si conferma una città in cui si mangia bene, sempre più cosmopolita e di grande respiro internazionale. Ecco che allora il premio per i migliori ristoranti etnici viene affidato a ben tre locali: a Iyo (in foto) e a Wicky’s Wicuisine Seafood, già presenti nella guida 2017, si aggiunge Casa Ramen di Luca Catalfamo (che tra l’altro ha da poco aperto Casa Ramen Super, sempre a Milano).

Indiscusso protagonista della categoria Tre Bottiglie resta il wine bar bergamasco Al Donizetti.

Premi speciali

brigata-dellhotel-viu-milan

Scopriamo ora i premi speciali della guida Milano 2018 del Gambero Rosso. Partiamo dalla novità dell’anno ovvero Giancarlo Morelli Restaurant del prestigioso hotel Viu Milan (in foto) quello che lo chef Morelli ha definito il suo “secondo piede a Milano“, dopo l’apertura della trattoria Trombetta nell’aprile 2016.

Restiamo nella città di Expo perché i riconoscimenti per il miglior servizio di sala e il miglior servizio di sala in albergo se li aggiudicano rispettivamente il ristorante Contraste e il già citato Seta del Mandarin Oriental Milano.

Il capoluogo lombardo è pure la sede dei due locali premiati per la migliore proposta al bicchiere. Stiamo parlando di Al Pont de Ferr per la categoria ristorante e La Bottega del Vino per la categoria wine bar.

Le migliori botteghe dell’anno sono tutte new entry della guida:  Effecorta e Resistenza Casearia di Milano e Cascina Fraschina di Abbiategrasso (Mi).

gambero-rosso-milano2

Concludiamo questa carrellata di vincitori con i premiati per il miglior rapporto qualità/prezzo. Nella guida 2018 si confermano Esco di Milano, l’Antica Trattoria del Gallo di Gaggiano (Mi) e La Piazzetta di Montevecchia (Lc). Ma non finisce qui perché quest’anno ci sono interessanti novità: 28 posti e Osteria Grand Hotel, entrambi a Milano, Due Spade di Cernusco sul Naviglio (Mi), Casual Ristorante di Bergamo e Berton al Lago del Sereno Hotel di Torno (Co).

Siete pronti a provare tutti gli indirizzi?

I commenti degli utenti