Un’estate all’insegna del Mezcal: 6 cocktail da fare a casa

16 giugno 2017

Questa sarà l’estate all’insegna del Mezcal, lo prevede di rigore il bere cool. Il distillato messicano, ottenuto da oltre 30 varietà di agave, è l’anima alcolica alla base di molti cocktail. è una bevanda fortemente identitaria della cultura agricola della maggior parte del paese, legata a una grande biodiversità Per i messicani è l’elisir più popolare, per leggenda di origine divina, perché la bevanda della fertilità e della tradizione si beve in occasione delle feste popolari e familiari. È fortemente identitaria della cultura agricola di gran parte del Paese, legata a una grande ricchezza di biodiversità che consiste in un vasto patrimonio di specie di agave e ancor di più di varietà. Si pensi che il Messico è la terra che accoglie 150 delle 200 specie di agave diffuse nel mondo, e il Mezcal è prodotto in 29 dei 32 stati. Il nome già dice tutto sulla sua natura e origine antichissima: deriva da náhuatl mexcalli che in lingua azteca significa maguey cotto. Il maguey è proprio il cuore dell’agave che è cotto, appunto, in un forno interrato per 4 giorni (da cui deriva la caratteristica nota di affumicato del mezcal), poi macinato con il traino di animali per ottenere un succo da fare fermentare destinato alla distillazione con alambicchi in rame discontinui. Un processo altamente e interamente artigianale affidato alla sapienza e alla conoscenza dei maestros mescaleros.

mezcal

Il più pregiato proviene dalle valli dell’Oaxaca ma la denominazione di origine include anche gli stati del Guerrero, del Durango, di San Luis Potosí, del Zacatecas. I bevitori navigati e intenditori amano l’Anejo, cioè il Mezcal invecchiato per un anno in botte. Il Reposado fa 2 mesi di passaggio in legno di rovere, il Joven è invece acquavite che va in acciaio. Nell’immaginario collettivo il Mezcal per anotnomasia è quello de gusano, cioè quello con il verme, il bruco che vive nel maguey. In realtà l’introduzione del gusano nel distillato non appartiene alla produzione storica, ma è una trovata di recente invenzione. Il verme comunque, secondo il credo, mantiene un potere afrodisiaco e un legame con il divino, perché proprio il gusano che prese vita nel cuore dalla dea Mayatl, nutrice del suo popolo, fu donato a un soldato umano per rendere possibile il loro amore.

mezcal

Se volete apprezzare il mito nel bicchiere e lasciarvi sedurre dal gusto ancestrale del Messico ecco 6 cocktail preparati in esclusiva per voi. A firmarli Massimo d’Addezio, uno dei giganti della mixology italiana, del Chorus Cafè di Roma, e Raffaele Caruso del Signum di Salina.

  1. truganiniTruganini. Mezcal Alipus San Juan, Succo di Lime, Triple Sec, sciroppo di agave, bacche di Pepe della Tasmania, Sel de Vigneron (sale  francese aromatizzato al cabernet sauvignon, franc e merlot. “Praticamente come complessare un Margarita”, dice D’Addezio. Da servire in un bicchiere ben freddo e bordato di sale. 
  2. una-vita-da-signoriUna vita da signori. Ideale per il dopo cena o come cocktail da meditazione. Una rivistazione del classico Negroni preparato con Mezcal Illegal Anejo, Antica Formula Vermut e China Clementi. Le note lunghissime amarostiche della China Clementi si fondono con le note vanigliate del vermut e insieme esaltano la delicata sapidità e il profumo dell’affumicato del Mezcal.
  3. bloody-maxBloody Max. Il Bloody Mary in chiave messicana. Mezcal Alipus San Baltazar, succo di lime, succo di pomodoro, dry sherry, salsa di rafano, Worcestershire sauce, sale di Maldon, bacche di Sichuan, tabasco verde, un mix estremamente ricco di sapori mai piccante. “Questo coktail riprendere la vecchie tradizione dell’800 francese di bere il succo di pomodoro con lo sherry, prendendo a mani piene dalla tradizione statunitense dei savory cocktail tutta la speziatura possibile”, ci spiega Massimo D’Addezio.
  4. cocktail-raffo-10Amarillo Brillo. Fresco, esotico e mediterraneo allo stesso tempo, da sorseggiare a bordo piscina nei pomeriggi d’estate. Preparato con Mezcal, rosmarino, zenzero, estratto di ananas fresco, secondo Raffaele.
  5. cocktail-raffo-14Capperinha. Pre dinner dal sapore sapido e piccante, esaltato dalle note di Salina portate dal cappero e dai limoni freschi. Caruso lo prepara con Mezcal, capperi di Salina, limone, nettare di Agave, tabasco e pepe Nero.
  6. raffo-2Mezcal Mule. Cocktail metropolitano di Raffaele Caruso dedicato a New York con Mezcal, limone, frutto della passione, ginger beer.

I commenti degli utenti