Ecco l’elenco dei locali sequestrati a Roma

21 giugno 2017

I finanzieri del comando provinciale di Roma hanno sequestrato bar e ristoranti noti del centro della città e beni per un valore complessivo di oltre 30 milioni di euro. L’operazione, rinominata Dolce Vita, ha messo i sigilli, oltre ai numerosi locali, anche a un disco club con brand internazionale, un ipermercato, un’autorimessa, immobili, autoveicoli, beni aziendali, partecipazioni societarie e disponibilità bancarie, tutti riconducibili a un imprenditore, Aldo Berti.

cafe-veneto

Secondo i militari, l’uomo avrebbe schermato nei locali un ingente patrimonio derivante da “proventi dell’attività delittuosa” e da una pianificata evasione fiscale e contributiva, che negli anni gli avrebbe consentito di sottrarre al fisco e all’Inps oltre 50 milioni di euro. All’uomo, già condannato dal tribunale di Roma, sono inoltre riconducibili 23 società intestate a prestanome. I locali sequestrati sono:

  • Cafè Veneto (via Veneto)
  • Barrique (via Cavour)
  • Squisito Chalet (zona Eur)
  • All bi one (via Cavour, in zona Fori Imperiali)
  • Subura Miscele e Fuoco (via Cavour)
  • Toy Room, disco club con brand internazionale (via Veneto)
  • Franky’s Kitchen (via Veneto)
  • Squisito Cook (via del Colosseo)
  • White Cafè (via del Tritone)
  • Gustando Roma (via Cavour)
  • Il Molo, ex Bastianelli al Molo (Fiumicino)

Da oggi saranno tutti gestiti da amministratori giudiziari nominati dal Tribunale di Roma.

I commenti degli utenti