Napoli: 9 ristoranti per mangiare all’aperto e godersi l’estate

23 giugno 2017

Il caldo, per tutti quelli che lo adorano, finalmente è arrivato e invoglia ancora di più a uscire la sera per una cenetta fuori, per godere di una bella passeggiata al chiaro di luna, invece di chiudersi in casa tra quattro mura e un condizionatore. oltre ad avere un bello spazio all'aperto, i ristoranti devono offrire anche una buona cucina Napoli è una città avvantaggiata da questo punto di vista, basti pensare alla mole di locali dediti alla ristorazione presenti sul lungomare. Ma, oltre ad avere un bello spazio all’aperto, i ristoranti devono offrire anche una buona cucina. Tra Posillipo e via Partenope, passando per qualche ristorante più interno, Napoli brulica di locali con ampi spazi esterni, questo è un itinerario per quelli che secondo noi, oltre ad avere un bel panorama, propongono anche dei buoni piatti. Attenzione: ci siamo concentrati solo ed esclusivamente su Napoli città, escludendo in questo caso la provincia e dando priorità ai ristoranti e trattorie.

  1. terrazza-calabrittoTerrazza Calabritto (piazza Vittoria 1): il nome già dice tutto, anche se apparentemente Terrazza Calabritto non sembra avere spazi all’aperto. Eppure il piano superiore è costituito proprio da una terrazza coperta, che affaccia direttamente su piazza Vittoria, a pochi metri dal lungomare di via Partenope. Il panorama è sempre splendido, anche d’inverno, ma d’estate, con le finestre aperte che danno ampio spazio alla brezza marina, è tutto un altro show. La cucina di Terrazza Calabritto si basa sostanzialmente su piatti a base di pesce: ottimi i crudi.
  2. palazzo-petrucciPalazzo Petrucci (via Posillipo 16): da quando lo chef Lino Scarallo si è trasferito da piazza San Domenico Maggiore a Posillipo con tutta la sua brigata, Palazzo Petrucci ha acquisito quel valore in più. Prima non si stava male, anzi, il locale si trovava in pieno centro storico e il terrazzino affacciava su una delle piazze più note della città, ma il mare è sempre il mare e la vista del golfo recita degnamente la sua parte. Accanto all’antico Palazzo Donn’Anna, il nuovo ristorante di Edoardo Trotta ha un ampio spazio esterno che sbuca proprio sulla spiaggia antistante. Sulla cucina di Lino Scarallo nulla da dire, la stella Michelin non è stata assegnata a caso.
  3. sancta-sanctorumSancta Sanctorum (via Gaetano Filangieri 16): nel cuore del quartiere signorile di Chiaia ha da poco aperto questo ristorante la cui cucina è curata dalla consulenza dello chef bistellato Francesco Sposito di Taverna Estia. La struttura è suddivisa su 3 piani, la terrazza è il fiore all’occhiello dell’intero locale. Si consiglia sempre la prenotazione. Un ristorante di lusso, è vero, ma perché non concedersi una volta tanto uno strappo alla regola per godere di una cenetta all’aperto tra boutique griffate dal design unico?
  4. cicciotto-a-marechiaroTrattoria da Cicciotto (Calata Ponticello a Marechiaro 32): qui andiamo proprio sui classici partenopei. Non c’è persona a Napoli che non sia stata almeno una volta nella sua vita a mangiare da Cicciotto a Marechiaro, è scientificamente impossibile, altrimenti non si è un napoletano Doc. Al di sotto della famosa finestrella di Marechiaro, tanto decantata da poeti e autori di canzoni, Cicciotto è un punto di riferimento imprescindibile per mangiare bene e godere di un meraviglioso panorama che affaccia sul mare di Napoli. Oltre ai piatti a base di pesce, si consigliano vivamente i dolci e capirete subito il perché al primo assaggio.
  5. reginellaRistorante Reginella (via Posillipo 45/a): questo ristorante famoso e storico è collocato su una roccia a picco sul mare, sullo sfondo il Vesuvio. Anche questa struttura è suddivisa su più livelli e ogni sala ha il suo nome. La terrazza esterna è stata dedicata a Le Sciantose. La cucina proposta è tipicamente napoletana, ma per chi predilige la pizza c’è anche quella. Il ristorante Reginella, proprio per la sua location, è una delle mete preferite dai vip della città.
  6. renzo-e-luciaRenzo e Lucia (via Tito Angelini 31): in realtà questa è una di quelle strutture che lavora soprattutto con i banchetti, ma ha una delle terrazze più belle della città. Si trova al Vomero, precisamente ai piedi del Castel Sant’Elmo. È un ristorante molto conosciuto soprattutto nella zona. Il menu non ha grandi pretese, presentando una cucina classica napoletana. La terrazza affaccia direttamente sulla città, riservando un angolo della sua vista al golfo di Napoli e al Vesuvio. L’estate è il periodo ideale per godere di tutto ciò.
  7. rosielloRistorante Rosiello (via Santo Strato 10): ci troviamo di nuovo in zona Posillipo, esattamente al centro tra Marechiaro e Mergellina. Il ristorante nasce nel 1933 con Gelsomina Rosiello, che partì con una cucina tradizionale, fatta di ragù e minestre maritate. Oggi la tradizione continua con gli eredi di Gelsomina che tengono alto il buon nome della famiglia. Come già affermato, i piatti sono caratterizzati da un’impronta decisamente classica, dai paccheri al ragù agli spaghetti con le cozze, il tutto da degustare su terrazze ricoperte di vigne metropolitane.
  8. zi-teresaRistorante Zi’ Teresa (via Marinaro 1): anche questo è uno di quei luoghi che è impossibile non conoscere. Ci troviamo al di sotto del Castel Dell’Ovo, all’inizio del borgo marinaro. La storia di questo locale risale addirittura all’Unità d’Italia ed è ben incisa su una pergamena. È sia ristorante che pizzeria, quindi ogni palato sarà soddisfatto. È un luogo frequentato non solo dai napoletani, ma anche dai turisti. Il periodo ideale per godere della terrazza circondata dal mare e dalle barche, con vista sul castello, è indubbiamente quello estivo. Le ricette sono tradizionali e vengono rispettate con una devozione che non ha eguali dalla signora Carmela.
  9. il-posto-accanto-di-rosolinoIl Posto Accanto (via Nazario Sauro 2/7): Rosolino a Napoli è un nome e una garanzia. La famiglia proviene da una lunga esperienza nel settore del food. Il Posto Accanto è un’appendice dello storico ristorante Rosolino aperto sia a pranzo che a cena. Ha un bel dehors ampio che si proietta sul lungomare, vicino agli alberghi più noti della città. È nato proprio per soddisfare le richieste dei clienti, per trovare sempre posto e per poter mangiare con una splendida vista sul golfo di Napoli. La cucina è meno informale, più conviviale rispetto al Rosolino: in carta si trovano piatti della cucina partenopea e non poteva mancare anche in questo caso la pizza cotta nel forno a legna.

Clicca qui per visualizzare la mappa

I commenti degli utenti