Guida 50 Top Pizza: ecco chi sono i migliori pizzaioli

21 luglio 2017

È Franco Pepe ad aggiudicarsi il primo posto nella Guida 50 Top Pizza curata dal giornalista de Il Mattino Luciano Pignataro, da Barbara Guerra e Albert Sapere, la guida di pignataro, guerra e sapere racchiude le 500 migliori pizzerie italiane ideatori della manifestazione Le Strade della Mozzarella. 107 ispettori in totale anonimato hanno visitato le pizzerie di tutta Italia, valutandole secondo canoni ben precisi e assegnando a ognuna di loro un punteggio secondo la qualità, il servizio, la carta dei vini e delle birre, la ricerca e l’arredamento. Da tutto questo è venuta fuori una guida che racchiude le 500 migliori pizzerie italiane da nord a sud. Durante la conferenza stampa di presentazione della Guida, tenutasi a Roma all’Open Colonna, Luciano Pignataro aveva ben precisato l’importanza dell’anonimato della guida, per garantire la trasparenza delle valutazioni. Al Castel dell’Ovo di Napoli, alla presenza di pizzaioli e organi di stampa, sono stati annunciati i 50 Top Pizza di tutta Italia.

franco pepe 50 top pizza

Sul podio, oltre a Franco Pepe con la pizzeria Pepe in Grani di Caiazzo (Ce), sono saliti in seconda posizione Gino e Toto Sorbillo dell’omonima pizzeria di via Tribunali, che si sono aggiudicati anche il premio per la miglior comunicazione web e social, mentre si sono aggiudicati il terzo posto i fratelli Francesco e Salvatore Salvo di San Giorgio a Cremano, con tanto di rappresentante della futura generazione, Giuseppe Salvo, ai quali è andato il premio come Miglior Carta dei Vini. Tra sorrisi e lacrime di commozione, la serata si è svolta in un clima di convivialità e di amicizia. Certo non mancheranno, e si sono già fatte sentire, le polemiche da parte di chi avrebbe voluto guadagnare qualche posizione in più o da chi invece in guida non è stato proprio inserito, ma tant’è e siamo abituati a tutto questo.

callegari 50 top pizza

Top player della serata il pizzaiolo Stefano Callegari, che porta a casa ben 5 premi grazie a Sforno, Tonda, La Pizzeria del Sud e Sbanco. A sorpresa, tra i premi speciali, il Premio del Cuore, dedicato alla solidarietà, è andato a Vincenzo Esposito e Carmine Donzetti per l’opera svolta a favore dei diversamente abili.  Una menzione speciale va alla pizzeria Marghe di Milano, classificatasi al 47° posto, in ricordo del pizzaiolo prematuramente scomparso Matteo Nevio. Contenti o no, il dato è tratto e vi suggeriamo di dare uno sguardo alla Guida on line 50 Top Pizza per vedere se trovate la vostra preferita o semplicemente per cercare qualche spunto su dove mangiarla.

50 top pizza

Ecco la classifica completa dei 50 Top Pizza insieme ai Premi Speciali.

  1. Pepe in Grani, Caiazzo – Ce
  2. Gino e Toto Sorbillo Via Tribunali, Napoli
  3. Francesco&Salvatore Salvo, San Giorgio a Cremano – Na
  4. Pizzaria La Notizia 94, Na
  5. I Tigli, San Bonifacio – Vr
  6. I Masanielli, Caserta
  7. Concettina ai Tre Santi, Napoli
  8. 50 Kalò, Napoli
  9. La Gatta Mangiona, Roma
  10. Saporè, San Martino Buon Albergo (Vr)
  11. L’Antica Pizzeria Da Michele, Napoli
  12. O Fiore Mio, Faenza
  13. Dry, Milano
  14. Santarpia, Firenze
  15. Pizzaria Starita a Materdei, Napoli
  16. Sforno, Roma
  17. Guglielmo Vuolo a Eccellenze Campane, Napoli
  18. La Masardona, Napoli
  19. La Sorgente, Guardiagrele (Ch)
  20. La Kambusa, Massarosa (Lu)
  21. In Fucina, Roma
  22. Pizzeria Da Attilio, Napoli
  23. Piccola Piedigrotta, Reggio Emilia
  24. Carmnella, Napoli
  25. Pomodoro & Basilico, San Mauro Torinese (To)
  26. Percorsi Di Gusto, L’Aquila
  27. Pizzarium, Roma
  28. Il Vecchio Gazebo, Molfetta (Ba)
  29. Berberè, Castelmaggiore (Bo)
  30. Pizzeria Da Albert, Trento
  31. Casa Vitiello, Caserta
  32. Tonda, Roma
  33. Korallo Pizza & Drink, Trento
  34. La Braciera, Palermo
  35. La Divina Pizza, Firenze
  36. Pizzeria Apogeo, Pietrasanta (Lu)
  37. Ranzani13, Bologna
  38. Lievito Madre al Duomo, Milano
  39. Ristorante Pizzeria Le Parule, Ercolano (Na)
  40. Mistral dal 1959, Palermo
  41. La Pizzeria Sud, Firenze
  42. Pizzeria Montegrigna Tric Trac, Milano
  43. 10 Diego Vitagliano Pizzeria, Pozzuoli (Na)
  44. La Campagnola, Bitritto (Ba)
  45. Carlo Sammarco Pizzeria 2.0, Aversa (Ce)
  46. Sbanco, Roma
  47. Marghe, Milano
  48. Lievito Madre al Mare, Napoli
  49. Fandango Racconti di Grani, Filiano (Pz)
  50. Pizzeria Di Matteo, Napoli

Premi speciali

50 top pizza

Pizzaiola dell’anno – Isabella De Cham (1947 Pizza Fritta, Napoli)
Fornaio dell’anno – Pierluigi Roscioli (Antico Forno Roscioli, Roma)
Pizzeria Novità dell’anno – Gianfranco Iervolino Morsi & Rimorsi (Aversa, Ce)
Pizzaiolo dell’anno – Francesco Martucci (I Masanielli, Caserta)
Giovane dell’anno – Ciccio Vitiello (Casa Vitiello, Caserta)
Pizza dell’anno (Mozzarella di Bufala Campana a crudo, Funghi Prataioli e Prosciutto Crudo) – Gabriele Bonci (Pizzarium, Roma)
Miglior Carta dei Vini – Francesco&Salvatore Salvo (San Giorgio a Cremano, Na)
Miglior Carta delle Birre – La Gatta Mangiona (Roma)
Miglior Carta degli Oli Extravergine d’Oliva – Berberè (Castelmaggiore, Bo)
Miglior Servizio di Sala – I Tigli (San Bonifacio, Vr)
Miglior Proposta dei Fritti – La Masardona (Napoli)
Miglior Asporto – Concettina ai Tre Santi (Napoli)
Frittatina di Pasta dell’anno – Antica Friggitoria e Pizzeria Di Matteo (Napoli)
Miglior Comfort e Benessere Complessivo – Dry (Milano)
Sostenibilità Ambientale – Fandango Racconti di Grano (Filiano, Pz)
Valorizzazione del Made in Italy – Tonda (Roma)
Miglior Comunicazione Web e Social – Gino e Toto Sorbillo a Via Tribunali (Napoli)
Premio alla carriera – Enzo Coccia, (Pizzaria La Notizia, Napoli)
Miglior Pizzeria di Stile Napoletano fuori dall’Italia – Ober Mamma (Parigi)

I commenti degli utenti