Matera in 12 ore: i locali imperdibili

1 agosto 2017

Matera è una città incisa nella roccia, con i suoi famosi sassi e la sua pietra bianca, la calcarenite, che al tramonto diventa rosa e scintillante, e che per la sua unicità fa parte del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. la bellezza di una città riportata a nuova vita, dove esplorare tra vicoli e piccole chiese rupestri Un luogo fuori dal mondo, unico, scelto come set per molti film importanti, che si appresta a diventare Capitale Europea della Cultura 2019. Matera, dove regna la bellezza di una città riportata a nuova vita, e dove la disponibilità e la gentilezza della sua gente è unica. Armatevi di scarpe comode e antiscivolo e preparatevi a scoprire le meraviglie del Sasso Barisano, della Civita e del Sasso Caveoso. Perdetevi tra i suoi vicoli, andate alla scoperta delle numerose chiese rupestri come la bellissima Madonna dell’Idris, San Pietro Caveoso e la chiesa di Santa Lucia alle Malve che custodisce al suo interno il bellissimo affresco della Madonna del Latte. La fitta trama delle sue stradine e scalinate porta di continuo alla scoperta di bellezze uniche come la Casa Noha, il primo bene del FAI in Basilicata, e le altre casa grotta, dove capire come vivevano i materani una volta. Altra opera d’ingegneria imperdibile è il Palombaro Lungo, scavato sotto la Piazza Vittorio, un importante cisterna per la raccolta dell’acqua. E non mancate una visita alle meraviglie de il piano, la parte alta della città, con l’imponente Palazzo dell’Annunziata, la Piazza del Sedile, ovvero il salotto all’aperto materano, la bellissima chiesa di San Francesco di Assisi e la chiesa del Purgatorio, per concludere con la visita a San Giovanni, che vi lascerà a bocca aperta. Infine non dovete perdere un’escursione al parco della Murgia Materana per vedere la città da un’altra prospettiva, scoprire le antiche case del periodo neolitico e piccole chiese rupestri. Matera è una città dove si cammina tanto tra discese e salite e che mette appetito, quindi ecco un piccolo itinerario gustoso dove andare a mangiare la famosa capriata a base di legumi, la profumata cialledda, la pignata fatta con carne di pecora e verdure e il buonissimo pane di Matera IGP.

  1. pasticceria-schiumaColazione. La giornata non può che cominciare dalla Pasticceria Schiuma in Via XX Settembre 10, uno dei locali storici della città (in foto). Fanno un buon caffè e sono da provare i cornetti alla crema e amarene, le nuvole di ricotta e le famose tette delle monache, soffici lievitati ripieni di crema chantilly. Nella sala da tè fermatevi per una cioccolata in tazza. Se invece vi piacciono i pasticciotti tradizionali o quelli al cacao, l’indirizzo che fa al caso vostro è Le Delizie di Rita in via Passarelli, 7. Oltre ai pasticciotti, provate le brioche sfogliate e la Torta Rita a base di pan di Spagna, ripiena di crema e ricoperta dalla pasta di mandorle.
  2. vicolo-ciecoPranzo. Per un pranzo veloce c’è Antica Ricetta di Nonna Sesella Forneria Lucana (via T. Stigliani, 82) dove prendere un trancio di pizza appena sfornato o un panzerotto, comprare il pane di Matera, concedersi una gustosa parmigiana di melanzane o il riso con patate e cozze. La Latteria (via Duni, 2) è il paradiso dei formaggi lucani come la stracciatella, il caciocavallo, la ricotta, il pecorino e il luogo ideale per assaggiare la capriata materana, la zuppa di legumi della tradizione. Tra i secondi è da provare il capocollo di suino nero con i peperoni cruschi e insalata di arance di Tursi e la salsiccia pezzente con i ceci neri. Finite con un dolce speciale, il tiramisassi, per omaggiare la città. L’indirizzo top per la cialledda è il Vicolo Cieco in via Fiorentini 74 (in foto). Questa salsamenteria è specializzata nel piatto tipico materano a base di pane raffermo e condimenti vari. La cialledderia vanta tante combinazioni: si può scegliere tra quella con pomodorini, caroselli, olive, origano e melanzane, quella gustosa con pomodorini, fave sott’olio e pecorino o la versione con gorgonzola, pomodorini, sedano e origano. Inoltre ci sono sandwich preparati con il pane di Matera e farciti in vari modi. Aperto da pranzo fino al dopocena, è un locale molto originale negli arredi e con la bella stagione offre anche la possibilità di mangiare all’aperto.
  3. fiocchi-di-latteMerenda. Non si può andare a Matera e non assaggiare i taralli. Un ottimo indirizzo è il Panificio De Palo in via Olivetti 53/55 che oltre ai taralli sforna il pane di Matera IGP e ottime focacce farcite. Se siete appassionati di gelato, fate una sosta alla Gelateria Fiocchi di Latte in via delle Beccherie 93 (in foto): tra i gusti da assaggiare il pistacchio mandorlato, la mandorla lucana e un sorbetto al mango che si fa ricordare.
  4. il-quarto-stortoAperitivo. Il Quarto Storto in via Buozzi 73 (in foto) è la pausa perfetta se siete in visita al Sasso Caveoso. Si mangiano insalatone, toast, ma soprattutto oltre ai cocktail concedetevi un centrifugato di verdura: vi sorprenderà. Se volete godervi le bellezze di San Francesco, sedetevi all’aperto da Carmelingo Kitchen-Cafè nell’omonima via e prendetevi un tagliere di salumi e formaggi lucani oppure stuzzicate l’appetito con un mini panzerotto ripieno di mozzarella e gamberi. Non perdetevi il tagliere di mare con tartare, acciughe fritte e pesce crudo accompagnato da un calice di vino.
  5. la-gatta-buiaCena. La Gatta Buia (via delle Beccherie, 90/92), in foto, è un locale di livello gestito da un bel gruppo di giovani, dove si trovano i prodotti del territorio, rivisitati in chiave moderna. Cominciate con i peperoni cruschi di Senise, serviti interi, passate al baccalà mantecato con le verdure oppure perdetevi tra gli assaggi del territorio, come il fagottino di caprino e scarola o la tartare di Podolica con tartufo e fiori di cappero. Tra i primi piatti, gustatevi i cavatelli con cacio, pepe e crusco, i paccheri con pinoli, uvetta, pomodorini, olive e baccalà. Il gran finale riservatelo per le pere all’Aglianico: non vi deluderanno. Nel Sasso Caveoso c’è L’Abbondanza Lucana (via B.Buozzi, 11) dove provare il tortino di patate affumicate e il prosciutto lucano, il raviolo dolce con ragù di pezzente e lo spiedino di filetto con cipolle caramellate. Se invece avete voglia di pizza, un indirizzo sicuro nel Sasso Barisano è La Talpa (via Fiorentini, 167): scavato nella roccia, con la bella stagione avrete la fortuna di mangiare all’aperto nella piazzetta nel cuore dei Sassi. La sua specialità è la pizza cotta nel forno a legna: assaggiate La Talpa, con salsiccia fresca piccante di Garaguso pomodoro, mozzarella e funghi carboncelli oppure la pizza con mozzarella, stracciatella e radicchio. Oltre alla pizza, potrete trovare gli antipasti della tradizione lucana e la pasta fresca fatta in casa.
  6. ridola-44-1Dopocena. In via Casalnuovo 15 c’è Area 8, un hub multifunzionale dove si fondono musica, drink, artisti, mercatini di vinili e libri e una cucina in stile glocal che propone il cenotto, l’epi mil, con 4 micro portate abbinate a un bicchiere di vino. Nella strada della movida e dello struscio materano, via Ridola, è nato da poco Ridola 44 (in foto), lo street bar che fonde insieme buona musica, ottimo bere e intrattenimento. Il posto giusto per le sere d’estate in città.

Clicca qui per visualizzare la mappa

I commenti degli utenti