Pericolo uova contaminate anche in Italia

11 agosto 2017

Anche l’Italia è tra i Paesi coinvolti nel caso delle uova contaminate da fipronil, un insetticida usato per prevenire i pidocchi nel pollame. 15 paesi dell'unione europea sono coinvolti nella vicenda delle uova contaminate Lo ha riferito un portavoce della Commissione UE, secondo il quale i Paesi dell’Unione toccati dalla vicenda salgono a 15, più Svizzera e Hong Kong: oltre al nostro Paese, anche Belgio, Paesi Bassi, Germania, Francia, Svezia, Regno Unito, Austria, Irlanda, Lussemburgo, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia e Danimarca. Lo scandalo, che si sta allargando a macchia d’olio, ha già portato al ritiro di milioni di uova in Belgio, Germania e Olanda. Qui sono stati anche chiusi in via cautelare oltre 150 allevamenti avicoli e due persone sono state arrestate.

uova sode

Nei Paesi dell’Unione europea l’uso di questa sostanza è vietato sugli animali destinati alla catena alimentare: secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, infatti, si tratterebbe di un prodotto moderatamente tossico per l’uomo che, se ingerito in grandi quantità per un certo periodo di tempo, può provocare danni ai reni, alla tiroide e al fegato. Intanto, in Francia, il ministro dell’Agricoltura Stephane Travert ha annunciato che “un lotto di 48mila unità può essere stato acquistato dai consumatori”, garantendo che le partite contaminate “verranno ritirate dal mercato in attesa delle analisi”.

I commenti degli utenti