Arriva la carne sintetica e cruelty free

1 settembre 2017

Produrre carne, ma senza abbattere animali, si può? Nella Silicon Valley la Memphis Meats ci sta riuscendo così bene da essere una delle start-up più innovative e da poter contare, a oggi, su un finanziamento di circa 22 milioni di dollari. una tecnica per produrre carne direttamente dalle cellule degli animali Foraggiato, tra gli altri da Bill Gates, Richard Branson – patron del Virgin Group – Google Venture e da Cargill Inc, una delle più grandi aziende agricole mondiali. Memphis Meats crea, per ora, solo polpette e hamburger. Con la differenza che la loro carne non proviene dai macelli, ma è sintetica e proviene dai laboratori: gli scienziati dell’azienda hanno infatti brevettato una tecnica per produrre manzo, pollo, anatra, direttamente dalle cellule degli animali, senza ucciderli. Una tecnologia che nei prossimi anni – dicono – abbatterà l’alto tasso di inquinamento che l’allevamento comporta, eliminando inoltre la macellazione dei capi, con buona pace di ambientalisti e vegetariani.

memphis-meats-2

Per sviluppare il suo business e cercare i finanziamenti, l’azienda si è affidata alla Dfj, società leader nel venture capital che annovera tra i suoi figli aziende come SpaceX, Skype e Tesla. E, visti i risultati in termini di apporto economico, la cosa sembra destinata a funzionare. “La carne al piatto sarà più sostenibile, conveniente e deliziosa – è convinta Uma Valeti, cofondatore e ceo di Memphis Meats – perché il mondo ama mangiare carne ed è fondamentale per molte delle nostre culture e tradizioni“. E la cui domanda, secondo Valeti, è in costante crescita in tutto il mondo. “Tuttavia – ha chiarito – il modo convenzionale di produrre carne oggi crea problemi per l’ambiente, la salute degli animali e la salute umana“.

memphis-meats-3

La spesa globale di carne ha in effetti un costo complessivo che si aggira intorno al trilione di dollari all’anno. Inoltre, gli allevamenti tradizionali di carne consumano una notevole quantità di risorse naturali, tra cui acqua e suolo, e contribuiscono in maniera significativa alla produzione di gas serra, in un modello che si fa sempre più insostenibile. La soluzione offerta da Memphis Meats potrebbe dunque arginare il problema, ma rimangono alcuni nodi da sciogliere, a partire proprio dall’impatto che anche questo tipo di produzione potrebbe avere sull’ambiente. Inoltre, ancora troppo poco si sa ancora delle caratteristiche chimiche del prodotto, sul suo sapore e su eventuali controindicazioni per la nostra salute.

I commenti degli utenti