Quali sono le migliori pizzerie d’Italia 2018 secondo Gambero Rosso

21 settembre 2017

Sono 12 i nuovi ingressi nei Tre Spicchi della Guida Pizzerie d’Italia del Gambero Rosso 2018 presentata a Palazzo Caracciolo a Napoli. La Campania resta in testa come numero di premi, a sorpresa al secondo posto si piazza la Toscana che supera il Lazio e non mancano tante novità anche tra i giovani pizzaioli emergenti. nasce una nuova categoria nella sezione pizze speciali e per la prima volta la basilicata riceve tre spicchi Il pizzaiolo Gianfranco Iervolino torna in guida, dopo aver trovato la sua speriamo definitiva posizione geografica, nasce una nuova categoria nella sezione Pizze Speciali e per la prima volta la Basilicata riceve i suoi Tre Spicchi. Pur essendo una tra le guide più discusse di tutto il mondo enogastronomico nazionale, quella del Gambero resta pur sempre la più seguita, polemiche comprese. Nonostante la notevole attenzione posta quest’anno nella redazione della Guida delle Pizzerie, i malcontenti si manifestano subito sui social, soprattutto su Facebook: c’è chi crede di meritare di far parte della guida molto più di altri o di dover ricevere più spicchi, c’è chi afferma che ogni anno si vedano sempre le stesse cose, lasciando poco spazio al nuovo che avanza, c’è chi sente parlare di un probabile inserimento in guida da parte di qualche giornalista chiacchierone e invece si ritrova con un pugno di mosche tra le mani. E infine c’è chi misteriosamente si chiede, come ha fatto Vincenzo Durante di 1947 Pizza Fritta di Napoli, come mai qualche mese fa risultasse tra i premiati ed improvvisamente invece sia scomparso. Molti sanno che la giovane pizzaiola Isabella De Cham, fino a qualche tempo fa, lavorava nella suddetta pizzeria, ma ha poi deciso di intraprendere nuove strade, lasciando comunque il destino della pizza fritta nelle buone mani del titolare. Passato il pizzaiolo, passata la festa? Chi lo sa, ai posteri l’ardua sentenza.

Partiamo dai Premi Speciali:

le-follie-di-romualdo

La Migliore Carta dei vini e delle birre quest’anno va a Gusto Madre di Alba (Cn). I Maestri dell’Impasto sono Romualdo Rizzuti – Le Follie di Romualdo di Firenze e Gianfranco Iervolino – Morsi & Rimorsi di Aversa (Ce). I Pizzaioli Emergenti sono Stefano Vola – Bontà per Tutti di Santo Stefano Belbo (Cn) e Roberta Esposito – La Contrada di Aversa (Ce). La Migliore pizzeria Gluten Free va a Mezzometro Pizza a Senigallia di Senigallia (An).

franco pepe

Le Pizze dell’Anno sono: per la categoria Pizza a degustazione la Galletto di Simone Padoan de I Tigli di San Bonifacio (Vr), base croccante alla romana con spinaci selvatici al lime, emulsione di pomodoro leggermente piccante e la carne sfilacciata a mano del galletto arrostito nel forno a legna; per la pizza all’italiana, L’Immuginazione della pizzeria Framento di Cagliari, con muggine, pecorino, pomodori passiti e menta; per la pizza napoletana la Paparuolo ‘Mbuttunato della Pizzeria Salvo da Tre Generazioni di San Giorgio a Cremano (Na), con crema di peperone giallo, fiordilatte, bufala affumicata, provolone stagionato, peperoni marinati, prezzemolo, capperi croccanti, olive nere e pane croccante; per la pizza a taglio vince la pizza del Forno Brisa di Bologna, con spalla cruda di Cinta Senese e salsa verde; per la prima volta è inserita la categoria Pizza dolce tra le Pizze Speciali ed il premio va a Franco Pepe di Pepe In Grani di Caiazzo (Ce) che ha realizzato la Crisommola, con albicocca del Vesuvio, ricotta di bufala profumata al limone, nocciole tritate e menta (in foto, qui sopra).

Vediamo le pizzerie migliori d’Italia, divise per categorie.

Tre spicchi – Pizza Napoletana

enzo coccia

Perbacco – La Morra (Cn); La Filiale da L’Albereta – Erbusco (Bs); Montegrigna By Tric Trac – Legnano (Mi); Enosteria Lipen – Triuggio (Mb); ‘O Scugnizzo – Arezzo; Le Follie di Romualdo – Firenze; Giotto – Firenze; Santarpia – Firenze; Kambusa – Massarosa (Lu); Mamma Rosa – Ortezzano (Fm); Morsi & Rimorsi – Aversa (Ce); Pepe In Grani – Caiazzo (Ce); I Masanielli – Caserta; 50 Kalò – Napoli; Da Attilio alla Pignasecca – Napoli; La Notizia – Napoli; O’ Pizzaiuolo Guglielmo Vuolo Eccellenze Campane – Napoli; Oliva – Da Concettina ai Tre Santi – Napoli; Sorbillo – Napoli; Starita – Napoli; Villa Giovanna – Ottaviano (Na); Era Ora – Palma Campania (Na); Pizzeria Salvo da Tre Generazioni – San Giorgio a Cremano (Na); Fandango – Filiano (Pz).

Tre spicchi – Pizza all’italiana

la gatta mangiona

Libery Pizza & Artigianal Beer – Torino; Piccola Piedigrotta – Reggio Emilia; La Gatta Mangiona – Roma; Pro Loco Dol – Roma; Pro Loco Pinciano – Roma; Sforno – Roma; Tonda – Roma; Giangi’s Pizza – Arielli (Ch); La Sorgente – Guardiagrele (Ch); La Braciera – Palermo; Framento – Cagliari

Tre spicchi – Pizza a Degustazione

pizzeria-saporè

Gusto Madre – Alba (Cn); Gusto Divino – Saluzzo; Terra, Grani, Esplorazioni – San Mauro Torinese (To); Sirani – Bagnolo Mella (Bs); Dry Cocktails & Pizza – Milano; Ottocento Simply Food – Bassano del Grappa (Vi); Gigi Pipa – Este (Pd); I Tigli – San Bonifacio (Vr); Saporè Pizza e Cucina – San Martino Buon Albergo (Vr); Mediterraneo – Brugnera (Pn); Berberè – Castel Maggiore (Bo); La Divina Pizza – Firenze; Lo Spela – Greve in Chianti (Fi); Apogeo Giovannini – Pietrasanta (Lu); In Fucina – Roma; Agriturismo il Casaletto – Viterbo; Percorsi di Gusto – L’Aquila; Piano B – Siracusa.

Tre Rotelle

Pizzarium

Saporè Asporto – San Martino Buon Albergo (Vr); Menchetti – Arezzo; Pizzarium – Lucca; Pizzeria Sancho – Fiumicino (Rm); Panificio Bonci – Roma; Pizzarium – Roma; Masardona – Napoli; ‘O Sfizio d’’a Notizia – Napoli; Pizzamore – Acri (Cs); Pizzeria Bosco – Tempio Pausania.

  • IMMAGINE
  • Livenet
  • Dora Sorrentino
  • Chiara Patrizia De Francisci
  • Luca Managlia

I commenti degli utenti