A Firenze arrivano le ordinazioni via Messenger: PassBot

12 ottobre 2017

Si chiama Beatrice la prima cameriera virtuale a cui poter ordinare pizza e birra al ristorante direttamente dal cellulare. La rivoluzione nel servizio al tavolo parte da Firenze, per l’esattezza da Fratelli Cuore. Il locale aperto 24 ore su 24 nel complesso della stazione ferroviaria di Santa Maria Novella propone da qualche tempo un nuovo servizio ai suoi clienti: per ordinare direttamente dal cellulare basta avere messenger: non sono richieste altre app PassBot. Si tratta di un sistema innovativo che consente di ordinare al ristorante direttamente dal proprio cellulare. Basta avere Messenger e un po’ di sano appetito e il gioco è fatto. Per poter ordinare direttamente in chat, appena si entra nel ristorante si riceve un codice d’accesso. Così si può consultare il menu completo di foto, prezzi e quantità e selezionare il piatto prescelto, la bevanda per accompagnarlo; volendo si possono specificare eventuali intolleranze. Fatto l’ordine, si invia la comanda in cucina. Dopo una decina di minuti o poco più pietanze e bevande sono al tavolo. Così Beatrice semplifica la vita al ristorante, soprattutto quando si hanno sempre i momenti contati o siamo nell’orario di punta. La figura del cameriere in sala non sparisce: resta a fornire supporto in caso di richiesta di assistenza. Se poi c’è fila alla cassa, con Beatrice si può pagare attraverso Paypal o con carta di credito.

passbot-1

L’idea di usare la chat di Messenger dal proprio cellulare per sveltire ordinazioni e tempi d’attesa al ristorante è venuta a un informatico torinese Claudio Gioiosa, titolare della software house Archynet srl. Forte del modello già esistente negli Stati Uniti, l’applicazione Aliset che permette di prenotare un tavolo e preordinare prima ancora di arrivare al ristorante, Gioiosa ha pensato a una versione più evoluta e completa di servizi. Aliset si rivolge infatti al pubblico delle tavole calde, a coloro che sono in pausa pranzo e debbono rientrare subito in ufficio: l’elenco dei piatti tra cui scegliere in menu è ridotto all’osso, mentre PassBot permette di ordinare qualsiasi piatto bevanda e dolce dal menu, senza dover scaricare altre app sul cellulare. Il sistema sfrutta infatti la messaggistica di Facebook, ma non serve avere un profilo Facebook.

fratelli-cuore-2

I proprietari di Fratelli Cuore, i quattro fratelli Caprarella sono venuti a conoscenza di questo nuovo servizio e hanno deciso di sperimentarlo nel loro locale alla stazione, che propone oltre al normale servizio di caffetteria anche griglia, pasta, pizza. Un servizio completo, a disposizione H24, che ha ricevuto anche riconoscimenti a livello nazionale: basti pensare che la pizza ha ottenuto due spicchi dalla guida del Gambero Rosso. I primi a sperimentare la cameriera virtuale, ribattezzata subito Beatrice (d’altro canto siamo pur sempre nella città di Dante) sono stati i clienti abituali di Fratelli Cuore: i dipendenti di Trenitalia. Il servizio è stato inoltre testato anche con i numerosi turisti stranieri. Risultati soddisfacenti, a cominciare dall’eliminazione delle lunghe attese tra una portata e l’altra che sono quasi sparite.

fratelli-cuore

Appena arriva il piatto al tavolo, con PassBot si può scegliere se ordinare un’altra portata o aspettare senza problemi qualche minuto senza dover richiamare l’attenzione del cameriere per eventuali altre richieste. Per incentivare all’uso di PassBot il cliente può beneficiare inoltre di omaggi sconti e premi fedeltà. Ad esempio una birra o un caffè gratuiti. Da parte sua il ristorante ottiene informazioni preziose sulle abitudini alimentari e i piatti preferiti dai clienti, maggiore turn over al tavolo e può avere un feedback immediato dal cliente su come è stato il pasto e sul servizio.

I commenti degli utenti