La nuova vita della ristorazione a Host Milano 2017

19 ottobre 2017

Che strada sta prendendo la ristorazione professionale? Naturale, sicuramente, salutare anche più, sicuramente attenta al food design e dai risvolti hi-tech. Per una risposta più accurata, però, bisogna rivolgersi a Host Milano, dal 20 al 24 ottobre a Fiera Milano Rho, che per l’occasione si veste da vero e proprio osservatorio per mostrare ai professionisti del settore le strade del futuro.

host-milano

Che si tratti di pizzerie, bar, gastronomie, fast-food o panetterie, quello che si sta evolvendo, intanto, è il significato stesso di cibo, che passa da esclusivo nutrimento a identificazione sociale: come mangiamo, cosa mangiamo, lo decidiamo in base al senso del piacere e della convivialità. la tecnologia al servizio della ristorazione, dal trattamento degli ingredienti alle etichette È questo il motivo per cui, in fiera, ci saranno eventi e incontri dedicati a tutte le sfaccettature e alle continue evoluzioni del mercato. Su tutte, il fatto che oggi, per mangiare, ricorriamo sempre più frequentemente alla tecnologia – ordinando cibi da asporto tramite smartphone, ad esempio – mentre in cucina, grazie alle nuove tecnologie del food equipment, è permesso creare ricette un tempo impensabili: basti soltanto pensare alle nuove modalità hi-tech di trattamento degli ingredienti, alla conservazione, alla cottura. Allora, così come ci sarà spazio per la tradizione, a Host Milano ci sarà anche spazio per le lavorazioni a vista e le etichette parlanti, che dichiarano l’origine di ciò che mangiamo, così come cibi salutisti e vegetali, attenzione ai fenomeni, come la lotta allo spreco alimentare, o ancora le tecnologie dal campo alla tavola, come la carne creata in laboratorio o le stampanti 3D alimentari.

host-milano-tecnologia

L’industria della ristorazione è un mondo che, soprattutto nel nostro Paese, è sempre più in movimento. Secondo il rapporto ristorazione Fipe 2016, infatti, il numero di italiani che lo scorso hanno ha consumato pasti fuori casa è arrivato a quota 39 milioni: secondo i dati, i nostri connazionali spendono per mangiare fuori fino a un terzo del loro budget. E, negli ultimi tre anni, il settore ha ricominciato a crescere, con il numero di imprese di ristorazione che ha superato quota 325mila. L’Italia ha il primo posto al mondo per densità di imprese di ristorazione, di cui oltre la metà sono ristoranti. Dal punto di vista del comparto produttivo, i dati più recenti rivelano che nel 2016 il settore ha registrato un valore di produzione pari a 4,92 miliardi di euro, mentre le previsioni 2017 indicano un trend positivo con un valore di 5,1 miliardi di euro e un incremento sia a livello produttivo, sia nell export (dati Anima Assofoodtec). Insomma, un settore su cui puntare.

I commenti degli utenti