Massimo Bottura apre un bistrot a Firenze con Gucci

17 novembre 2017

Gucci si affida a Massimo Bottura per il lancio del suo bistrot a Firenze. Il nuovo spazio sarà all’interno del palazzo della Mercanzia, con vista su piazza della Signoria. Il designer Alessandro Michele ha voluto lo chef modenese per curare il restyling del settore ristorazione in quello che fino a pochi mesi fa era il Gucci Museum. lo chef curerà il restyling della ristorazione del nuovo bistrot nel palazzo della mercanzia Il palazzo, dopo un attento lavoro di restauro, riaprirà agli inizi dell’anno nuovo, il 9 gennaio, in occasione di Pitti Uomo. Le giornate della moda a Firenze terranno a battesimo il nuovo spazio, il Gucci Garden che avrà la sua punta di diamante nel bistrot a cura del patron dell’Osteria Francescana. Il palazzo ospiterà anche una boutique dove si potranno acquistare capi esclusivi della maison in vendita solo qui a Firenze. Non mancherà lo spazio museale, l’allestimento delle sale con le collezioni e i pezzi iconici del marchio: in questo caso Gucci si avvarrà dell’opera della celebre fashion curator Maria Luisa Frisa.

gucci bottura 2

Per Bottura la collaborazione con Gucci è il coronamento di un percorso già avviato e che aveva portato lo chef a raccontarsi nel secondo episodio della serie The Performers, le Gucci stories che compaiono sul sito ufficiale della maison: nel servizio lo chef appare vestito con i capi disegnati da Alessandro Michele e racconta come il leggendario artista jazz Thelonious Monk sia stato d’ispirazione per i piatti della sua Osteria Francescana. Michele ha ora voluto Bottura per la nuova avventura a Firenze, destinazione piazza della Signoria, per un bistrot che ancora non ha aperto ma sta già facendo parlare di sé.

I commenti degli utenti