In cucina: cos’è il palmito e come si usa?

18 novembre 2017

Fresco e leggero si presenta come un’invitante base di accompagnamento di piatti di carne o pesce: il cuore di palma o palmito è un alimento innovativo, un germoglio frutto di alcune varietà di palme tra cui cocco, acai, palmito jucara, palmetto e chontaduro, piante la cui crescita spontanea è già stata predisposta dall’uomo a coltivazione controllata. Oltre alla prelibatezza del gusto, che risulta dolce e delicato al palato e ricorda quello dell’ asparago bianco, dobbiamo doverosamente sottolineare il grande apporto nutrizionale che questo prodotto è in grado di offrire: fibre, potassio, ferro, zinco, calcio, fosforo, rame, vitamina B2, vitamina B6 e vitamina C.

palmito-min

Il maggior produttore è il Brasile, Paese in cui la palma trova le condizioni climatiche ideali per il suo sviluppo che avviene in realtà tutto l’anno. La produzione si concentra maggiormente nel sud del Paese (in particolare nel Goias e Mato Grosso, Bahia, Minas Gerais, Espirito Santo, Rio de Janeiro, San Paulo, Parana e Santa Caterina) e la lavorazione, a causa dell’estrema delicatezza della pianta, avviene scrupolosamente ancora a mano.

Utilizzi in cucina

palmito

Ma come impiegare questo prezioso alimento in cucina? Nei Paesi orientali il palmito è reperibile fresco (per il suo impiego è precedentemente sbucciato e bollito con acqua salata), mentre in  Europa lo si trova facilmente in scatola o in vasetti di vetro pronto per l’uso. In cucina il suo impiego è versatile: il cuore di palma è un contorno perfetto che può essere valorizzato con salse fredde, ma è ottimo servito anche come antipasto, sotto forma di insalata o più semplicemente gratinato in forno arricchito da besciamella.

I commenti degli utenti