Nuove stelle: la top 3 dei piatti di Matias Perdomo al Contraste di Milano

20 novembre 2017

Il Contraste di Milano, in via Meda, è un’idea fulgida, un lampo di genio, che ha portato di nuovo tra le mani dello chef Matias Perdomo la stella Michelin. La filosofia con la quale è stato concepito il Contraste da Matias Perdomo, dal maître Thomas Piras e dal pastry chef Simon Press, i piatti emanano sapori all'apparenza eccentrici ma allo stesso tempo classici è quella per cui il cliente ha la possibilità di riflettere sulle sue scelte gastronomiche, lasciarsi andare e specchiarsi in un riflesso. Perdomo rappresenta nella sua cucina la gioia di vivere, dove i piatti emanano sapori all’apparenza eccentrici ma allo stesso tempo classici. Un menu dove troviamo Ricchezza e Povertà e gli gnocchi di patate, panna acida e caviale, ma anche Carciofo, astice e aceto affumicato, tutti piatti dove ogni ingrediente è glorificato, e dove al commensale è permesso di catturarne i segreti, conoscerlo e gustarlo. E in tutta questa atmosfera giocosa e rilassata, ecco quali sono i nostri tre piatti top più un fuori classifica:

  1. tartare-alla-piemonteseTartare alla piemontese: l’impeccabile eleganza sartoriale della tartare battuta al coltello, si presenta con una nuova silhouette. Una fragola a rappresentare la metafora del cambiamento, ideale di leggerezza, ma che invece è di fassona, con presenza di peperone, salsa di vitello tonnato e spugna con bagna verde.
  2. rognone-di-coniglio-anguilla-affumicata-e-acetoRognone di coniglio, anguilla affumicata e sorbetto di aceto: un accostamento che sulla carta risulta parecchio ardito, ma una volta che il cucchiaio affonda, l’insieme di sapori è di una sofisticatezza elettrica e misteriosa che avvolge il palato.
  3. cozze-cacio-e-pepeCozze cacio e pepe e salicornia: questo piatto arriva in tavola coperto, sta a noi aprire il guscio e prepararsi alla scoperta. Ci troviamo insieme due piatti della tradizione italiana, la classica cacio e pepe e l’impepata di cozze. Il tutto è avvolto da una nuvola di pepe verde, crema di pecorino e granita di salicornia, l’ingrediente perfetto per bilanciare questo piatto che da solo si cristallizzerà nelle pieghe della vostra mente.

Fuori classifica: Animella, limone e lenticchie.

animella-limone-e-lenticchie

Non è semplice decidere tra i Noodles di capesante, la Rosa di scampi alla catalana, il dolce Pulp Fiction e molto altro. Ogni piatto racconta una storia e ha il suo perché. Il mio riflesso gastronomico parte dal cuore e decreto come piatto fuori classifica l’animella. Qui il punto di partenza è la consistenza, attentamente studiata in tutte le sue forme. I sapori si rincorrono e si combinano in bocca, creando onde di croccantezza alternate a morbidezza.

I commenti degli utenti