Le migliori pasticcerie d’Italia secondo la guida Gambero Rosso 2018

30 novembre 2017

Settima edizione per la guida Pasticceri&Pasticcerie 2018 di Gambero Rosso. Tra conferme, nuove entrate e prime volte, l’arte bianca si conferma in Italia scienza esatta, fatta di cura del dettaglio, in cui cambiano forme e tecniche, con massima attenzione al sapore, sovrano indiscusso della pasticceria italiana si conferma iginio massari alla valorizzazione alla riscoperta dei classici. Sovrano indiscusso del settore pasticceria si conferma Iginio Massari: la sua Pasticceria Veneto a Brescia si aggiudica le tre torte con 95 punti, confermando il primo posto già dell’anno precedente. Tre i nuovi ingressi: Belle Hèléne di Tarquinia, Viterbo con una donna per la prima volta al vertice, Sciampagna a Marineo (Palermo) di Carmelo Sciampagna e l’Antico Caffé Spinnato, sempre di Palermo, la storica pasticceria nella quale è arrivato a capo del laboratorio Maurizio Santin. Il premio come pasticciere emergente è andato a Marcello Rapisardi di Pasticceria&Dessert di Milano, mentre la novità dell’anno è la Cannavacciuolo Bakery di Novara. Miglior comunicazione digitale se l’è aggiudicata la Pasticceria Marisa di San Giorgio delle Pertiche (Padova), mentre la miglior pasticceria salata è la Martesana – Milano. Ecco tutti i vincitori.

Tre Torte

  1. corrado assenza caffè sicilia90 punti per Belle Hélène di Tarquinia (Viterbo), Bompiani a Roma, Cortinovis a Ranica (BG), Cristalli di Zucchero a Roma, Dolce Reale a Montichiari (BS), Ernst Knam a Milano, Rinaldini a Rimini, Sal De Riso Costa d’Amalfi a Minori (SA), Sciampagna a Marineo (PA), Caffè Sicilia a Noto (SR), Antico Caffè Spinnato a Palermo.
  2. 91 punti per Acherer Patisserie.Blumen a Brunico/Bruneck (BZ) e pasticceria Nuovo Mondo a Prato.
  3. 92 punti per Besuschio ad Abbiategrasso (MI), Gino Fabbri Pasticcere a Bologna, Pasquale Marigliano a Nola (NA), Pasticceria Agricola Cilentana Pietro Macellaro a Piaggine (SA).
  4. 93 punti per Biasetto a Padova e Maison Manilia a Montesano Sulla Marcellana (SA).
  5. 94 punti per Dalmasso ad Avigliana (TO).
  6. gourmet-food-festival_iginio_massari95 punti per Pasticceria Veneto di Brescia di Iginio Massari, che mantiene posizione e punteggio.

I migliori pastry chef

gianluca-fusto-a-casa-manfredi-3

Come nell’ultima edizione, anche quest’anno l’appendice finale è dedicata ai migliori pastry chef. Ecco chi sono nell’edizione 2018: Alberto Norbiato – La Clusaz, Gignod (AO); Manuel Costardi – Da Christian e Manuel dell’Hotel Cinzia, Vercelli; Chiara Patracchini – La Credenza, San Maurizio Canavese (TO); Simone Finazzi – Da Vittorio, Brusaporto (BG); Gianluca Fusto (in foto) – Giancarlo Morelli dell’Hotel Viu Milan, Milano; Saori Shiotsuki – Il Fagiano del Grand Hotel Fasano, Gardone Riviera (BS); Aurora Storari – Trussardi alla Scala, Milano; Ilaria Pagani – Casa Perbellini, Verona; Sara Simionato – Antica Osteria da Cera, Campagna Lupia (VE); Andrea Tortora – St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina, San Cassiano (BZ); Leonardo Zanon – Agli Amici dal 1887, Udine; Antonio Montalto – Antica Corte Pallavicina, Polesine Parmense (PR); Domenico Di Clemente – Il Palagio del Four Seasons Hotel Firenze, Firenze; Luca Lacalamita – Enoteca Pinchiorri, Firenze; Cecilia Spurio – Atman a Villa Rospigliosi, Lamporecchio (PT); Dario Nuti – Imàgo dell’Hotel Hassler, Roma; Thierry Tostivint – Il Pagliaccio, Roma; Carmine Di Donna – La Torre del Saracino, Vico Equense (NA); Francesco Guida – Antica Osteria Nonna Rosa, Vico Equense (NA); Claudia De Massimo – Aqua de Le Dune Suite Hotel, Porto Cesareo (LE); Isabella Potì – Bros’, Lecce.

I commenti degli utenti