Fat Balls, le polpette energetiche popolari sul web

17 dicembre 2017

Il nome, a primo impatto, può suonare piuttosto inquietante: Fat Balls ossia palle di grasso. Ma è necessario non giungere a conclusioni affrettate, perché in realtà stiamo parlando dell’ultimissima tendenza in fatto di snack salutari. Imperversano su Instagram, Pinterest e anche su numerosi blog americani dedicati alla corretta alimentazione.

fat-balls-evidenza

Sono prodotti non elaborati e non processati, contenenti elevate quantità di grassi sani, di proteine e una piccola percentuale di fibre. Lo zucchero non c’è o in alcuni casi è pochissimo. Questo il motivo per cui le Fat Balls sono chiamate anche Keto Balls, con un chiaro rimando alla dieta chetogenica, basata sulla riduzione dei carboidrati alimentari che conduce l’organismo a produrre il glucosio autonomamente e aumentare il consumo energetico dei grassi contenuti nel tessuto adiposo.

Gli ingredienti

fat-balls-cioccolato

Le Fat Balls hanno un aspetto molto simile a quello dei tartufi al cioccolato, tuttavia la composizione è totalmente diversa. Sono fatti cioè con burro di noci, olio di cocco, olio MCT, olio di collagene, frutta secca. Una bomba energetica, insomma. Poiché non è aggiunto zucchero, per dare un sapore più dolce si utilizzano spezie come la cannella e la vaniglia. Tutti gli ingredienti sono mescolati nel robot da cucina, quindi si formano delle palline con le mani e si fanno rotolare in abbondante cacao amaro in polvere oppure in una generosa dose di semi di lino o di chia macinati. A seconda delle quantità relative a ciascun ingrediente, una singola palla di grasso contiene dalle 50 alle 150 calorie. Grazie al burro di noci si ottengono almeno 5 grammi di proteine, 2 grammi di fibre e fino a 3 grammi di grassi sani.

Fanno dimagrire?

fat-balls-1

Le Fat Balls stanno conquistando i salutisti americani. C’è chi li consuma non solo come snack, ma almeno 2 o 3 volte alla settimana come pasto sostitutivo. Indubbiamente si tratta di un alimento energetico, ma davvero – come credono in molti – aiutano anche a perdere peso? La dietista Jessica Cording spiega che i grassi sani aiutano a prolungare il senso di sazietà; secondo uno studio dell’American Journal of Clinical Nutrition, inoltre, quando il grasso arriva nell’intestino tenue sono rilasciati peptidi YY e colecistochinina (CCK), due ormoni che lavorano per ridurre l’appetito. Inoltre, poiché sono state ideate per risultare keto-friendly, le palle di grasso affiancano l’alto contenuto di grassi a un minimo contenuto di carboidrati: una combinazione che in effetti può tradursi in una perdita di peso.

I commenti degli utenti