9 accorgimenti da seguire per idratarsi durante l’inverno

7 gennaio 2018

Durante la stagione invernale il rischio di disidratazione è alto perché l’esposizione al freddo attenua il senso della sete fino al 40% e per questo è più difficile rendersi conto di aver sete. Infatti, complice il freddo e l’assenza di una copiosa sudorazione, il freddo attenua la sete e c'è il rischio di disidratazione spesso la nostra attenzione è rivolta maggiormente all’assunzione di cibo (si sa il freddo aumenta la fame) piuttosto che a ricordarsi di assumere un’adeguata quantità di acqua. Nonostante il freddo però, il nostro organismo ha sempre necessità di ricevere una corretta idratazione, ricordiamoci che siamo costituiti per il 60-70% di acqua e che questa svolge numerose funzioni nel nostro organismo. Inoltre la tendenza di mantenere i riscaldamenti molto alti negli ambienti chiusi (soprattutto casa e uffici) porta ad un aumento della sudorazione anche se all’esterno la temperatura è molto rigida.

acquaminerale_copertinacontaminazione

Un capitolo a parte va dedicato a che chi fa sport che, indipendentemente dalle stagioni, ha comunque una sudorazione copiosa durante lo svolgimento dell’attività, accompagnata spesso dalla perdita di alcuni sali minerali con conseguenze quali stanchezza, affaticamento muscolare, crampi e perdita di coordinazione; in particolare i soggetti meno allenati sono quelli più a rischio perché il loro organismo non è abituato a compensare le carenze di acqua e sali, che devono essere quindi reintegrata mediante un’adeguata assunzione di liquidi. Infine ricordiamo anche che il nostro organismo non perde liquidi solo attraverso il sudore, ed ha pertanto bisogno di essere idratato in maniera adeguata in tutte le stagioni dell’anno per mantenere un perfetto equilibrio psicofisico.

acqua-5

La strategia corretta è prevenire la disidratazione, combattendola ancor prima che siano evidenti i suoi segnali (che durante la stagione fredda sono più subdoli). Infatti ci si disidrata molto prima di quando compaiano i sintomi: pelle secca e che tira, bocca e mucose asciutte, lingua che si attacca al palato, mal di testa, debolezza e persino cattivo umore. Per mantenere un livello ottimale di idratazione, è necessario bere poco ma spesso e ricordarsi che l’acqua è contenuta anche in alcuni alimenti ed è, dunque, possibile idratarsi mangiando oltre che bevendo. Il problema è che con il freddo è facile dimenticarsi di bere e, soprattutto nelle persone anziane e nei bambini, la sensazione di mancanza di acqua, non viene percepito in maniera decisa. Ecco allora alcuni suggerimenti da seguire in inverno per mantenersi idratati e bere un’adeguata quantità di acqua ogni giorno:

  1. FrullatiFare gli spuntini della mattina o del pomeriggio con frullati, spremute di frutta fresca, oppure con centrifughe o estratti: sono tutte ottime alternative a spuntini ipercalorici e possono essere consumati rapidamente in qualsiasi bar o fatte in casa. Saziano, apportano poche calorie e soprattutto idratano!
  2. zuppa curcumaPrepararsi delle zuppe o minestre con le verdure di stagione è una buona tattica che ci permette di mangiare ed assumere contemporaneamente liquidi. Sono sicuramente piacevoli da gustare in inverno anche con l’aggiunta di cereali integrali in modo da costituire un piatto unico caldo e confortevole.
  3. TisanaBere o tisane è un altro suggerimento furbo per poter assumere acqua anche quando la sensazione di sete è scarsa. Ormai ce ne sono di tutti i gusti e l’unica accortezza in questo caso è di non aggiungere zucchero alla bevanda calda.
  4. caffèEvitare l’eccesso di caffeina e alcolici è sempre un buon consiglio, in ogni stagione dell’anno, poiché questi hanno effetto diuretico, che favorisce la perdita di liquidi.
  5. AcquaRicordarsi ogni mattina di portare con sé sempre una bottiglia di acqua da sorseggiare durante la giornata ancor prima di avvertire lo stimolo della seta, tenendola ad esempio sempre in vista sulla scrivania. In questo modo ricordarsi di bere sarà più facile e solo così possiamo essere sicuri di aver bevuto alla sera almeno 1,5 litri di acqua.
  6. acqua infusaSe l’acqua proprio non va giù possiamo modificarne il sapore aggiungendo, ad esempio, delle foglie d’alloro, oppure del succo di limone o della frutta fresca di stagione che darà un sapore nuovo, più gustoso e stimolante.
  7. bere-acquaL’indicazione per chi fa sport è quella di bere 1-2 bicchieri di acqua nell’ora precedente all’attività fisica e bere poi ogni 20-30 minuti durante la pratica. Se lo sforzo non è molto intenso e la temperatura non è molto calda basta bere acqua, meglio se a temperatura ambiente, per integrale liquidi e sali minerali.
  8. Barattoli di spezieAggiungere spezie alle pietanze è una sana abitudine poiché permette di diminuire l’utilizzo del sale e contemporaneamente aumenta il bisogno di consumare acqua durante e dopo il pasto.
  9. mangiare in invernoInfine, anche se fa freddo, una buona regola è non indossare capi eccessivamente caldi e vestirsi a cipolla, scegliendo soprattutto tessuti in fibre traspiranti, in modo da non aumentare eccessivamente la sudorazione, che porta alla perdita di molti liquidi.

I commenti degli utenti