Ecco cosa potrete gustare al Festival della cucina mantovana

19 gennaio 2018

Stinco, costine, stracotto, luccio in salsa, polenta e funghi, grana e mostarda, spalla. Poi novità, come il tirabega, per chiudere con dolci e vini tipici mantovani. Torna sabato prossimo il Festival della cucina mantovana, sesta edizione per l’ormai celebre manifestazione della città. Nel palazzetto dello sport, dal 20 gennaio tutti i fine settimana (per sei settimane fino al 25 febbraio), sarà possibile scegliere tra una vasta gamma di primi e secondi, annaffiati da una selezione di vini mantovani accuratamente scelti.

festival-della-cucina-mantovana_1

Novità di quest’anno, sarà una vasta area di mostra mercato, spazio allestito ad hoc dove saranno in esposizione e si potranno acquistare le eccellenze gastronomiche della associazioni che partecipano, oltre ad avere informazioni sui prodotti, le specialità, le tradizioni e le feste. Inoltre, tutte le domeniche infatti, a pranzo e a cena, eventi, animazioni, balli, dimostrazioni ed esibizioni sportive organizzate dalle associazioni del territorio, oltre al consueto torneo di calcetto Mantovanito e al concorso di disegno per i più piccoli.

risotto-di-risaia-festival-cucina-mantovana

Ad aprire la kermesse sabato 20 gennaio sarà il riso, prodotto d’eccellenza del mantovano: l’associazione di Castebelforte cucinerà risotti di risaia e il riso alla pilota, che prende il nome dai braccianti delle riserie. Il sabato successivo (27 gennaio), sarà la volta dei bigui, i bigoli, conditi con sardelle, cipolla e olio. risotti e tortelli la faranno da padrone durante i fine settimana mantovani Quindi, durante i restanti fine settimana, sarà la volta del riso con zucca e salsiccia, il tortello amaro di Castel Goffredo, farcito con la balsamita, un’erba aromatica che nel mantovano viene anche chiamata erba amara. O, ancora, il risot menà, un risotto sempre con la salsiccia, ma morbido e mantecato, o i macarun col stracot, fatti al torchio e conditi con uno stracotto alla vecchia maniera. Gli agnoli, il sorbir, i tortelli di zucca. Per chiudere, sabato 24 e domenica 25 febbraio, con il riso alla pilota e il risotto alla villimpetese, ultimo appuntamento che decreterà anche il vincitore della sfida dei risotti, selezionato da un voto popolare e dal voto di una giuria composta da esperti e giornalisti.

bigui-con-li-sardeli-e-risotto-zucca-e-salsiccia

Il Festival aprirà sabato 20 gennaio dalle 19, domenica dalle 11.30 del mattino. Ingresso e parcheggio sono gratuiti. Per informazioni chiamate il 339 7331789.

I commenti degli utenti