In forma: le nuove diete che spopoleranno quest’anno

21 gennaio 2018

Il nuovo anno è iniziato e con questo anche le nuove diete iniziano a diffondersi soprattutto su internet. È importante però saper scegliere tra ciò che leggiamo e saper valutare la nuova dieta con un occhio critico, poiché non tutto ciò che troviamo ha base scientifiche: a volte si tratta di trend che si diffondono molto rapidamente solo perché sponsorizzati o seguiti da qualche star oltreoceano. Analizziamo allora insieme le principali tendenze che promettono di migliorare la nostra salute o di perdere molti chili in poco tempo e valutiamone la reale efficacia.

  1. bere succhiPerdere peso bevendo succhi e spremute. Tra le celebrità testimonial di questa nuova moda troviamo Olivia Wilde e Jessica Alba, che spesso vediamo in foto con in mano diversi bibitoni. Se durante la giornata non si mangia nulla e si decide di bere solo succo in quantità limitata, sicuramente questo tipo di alimentazione porta a una perdita di peso nel breve termine. Non appena però iniziamo a mangiare cibo solido, il peso tornerà ad aumentare. Inoltre dal punto di vista salutare dobbiamo fare una distinzione tra il succo di frutta commerciale e i succhi intesi come centrifugati o estratti di frutta e verdura fresca. Sicuramente questi ultimi sono la scelta migliore, poiché non contengono zuccheri aggiunti, né conservanti o coloranti che invece si trovano nei succhi di frutta commerciali. Dobbiamo comunque ricordare che con la spremitura la fibra è rimossa, quindi sarebbe meglio unire sempre e comunque il consumo di frutta e verdura fresca. In conclusione possiamo decidere di consumare spremute, centrifugati o estratti se preparati al momento e per integrare una dieta sana, magari per completare un pasto oppure per spezzare la fame nella mattinata o nel pomeriggio.
  2. probioticiRinforzare le difese immunitarie con i probiotici. Sono molte le ricerche che suggeriscono che i probiotici possano aiutare a rafforzare la risposta immunitaria, aiutando a ridurre l’infiammazione nel tratto digestivo e rendendo più forte il sistema immunitario. Il problema è che solo alcuni ceppi di probiotici aiutano il sistema immunitario, quindi va bene aumentare il consumo di yogurt o kefir ma senza esagerare. Possiamo affermare con sicurezza che un regime alimentare corretto per rinvigorire il sistema immunitario si dovrebbe basare sulla consuetudine di consumare frutta, verdura, cereali integrali e yogurt, associata magari all’assunzione di prebiotici e probiotici, e alla buona abitudine di limitare l’assunzione di cibi ricchi di grassi saturi. A questo tipo di alimentazione bisognerebbe poi unire una serie di raccomandazioni quali: non fumare, fare esercizio fisico regolarmente, mantenere il peso forma, adottare semplici precauzioni igieniche contro le infezioni (ad esempio lavarsi spesso le mani e cuocere sempre bene la carne), sottoporsi sempre ai controlli medici consigliati per la propria fascia d’età e per le proprie categorie di rischio.
  3. Senza GlutineEliminare il gonfiore mangiando senza glutine. La dieta gluten free continua a essere un must anche di questo nuovo anno. Ricordiamo però che l’eliminazione del glutine dalla propria alimentazione non è necessaria se non si è affetti da celiachia o dalla gluten sensitivity: solo in questi casi, e solo se la diagnosi è stata fatta dal medico specialista e non in maniera autonoma, eliminare il glutine rappresenta un buon proposito per il nuovo anno. A volte la sensazione di gonfiore che abbiamo dopo i pasti, e che erroneamente attribuiamo all’assunzione di glutine, è semplicemente causata dal consumo eccessivo di alcune verdure (specie cavoli e broccoli) oppure al consumo di legumi, in questi casi basterebbe ridurre la porzione o consumarle con una minore frequenza per risolvere il problema del gonfiore. Tuttavia, se si decide di seguire una dieta senza glutine, è comunque importante pianificarla in modo adeguato senza ricorrere in maniera eccessiva agli alimenti gluten free presenti in commercio, ma sostituendo i cereali con quelli naturalmente privi di glutine e utilizzando le farine di questi cereali anche per le preparazioni casalinghe.
  4. meno zuccheroRidurre lo zucchero per migliorare l’umore. Chi di noi non ha mangiato un dolce per migliorare l’umore? In realtà l’evidenza attuale ci porta a pensare l’opposto: si sta scoprendo che una dieta ricca di zuccheri semplici e carboidrati raffinati (cibi ad alto contenuto glicemico) potrebbe essere un fattore di rischio per la depressione nelle donne in post-menopausa. Quindi mangiare alimenti ad alto indice glicemico è collegato all’aumento di sintomi depressi, affaticamento e fluttuazioni dell’umore. In generale gli alimenti ad alto contenuto glicemico sono poveri di fibre e causano un rilascio degli zucchero nel sangue veloce e destabilizzante. Ecco perché ridurre lo zucchero è benefico per la tua salute e l’assunzione di alimenti a basso indice glicemico, compresi la maggior parte di frutta e verdura e cereali integrali, può aiutare a perdere peso e promuovere il benessere mentale. Se ti capita di mangiare un alimento ad alto indice glicemico cerca di bilanciarlo con una proteina e un grasso sano, come frutta con una manciata di noci o semi.

I commenti degli utenti