Wurstel: tutti i modi per cucinarli

26 gennaio 2018

Forse uno degli esempi più calzanti tra i cibi esteri ad aver acquisito la cittadinanza onoraria italiana, i wurstel sono ormai diventati parte integrante dei nostri menu, tanto da averci fatto dimenticare le loro origini effettive. Se infatti possiamo gustarne la loro bontà in ricette come quelle degli hot-dog o dei corndogs – un prodotto estremamente versatile, da preparare in padella, alla griglia, al forno, ecc. per non parlare del famosissimo wurstel e crauti – il merito lo si deve alle tradizioni gastronomiche di Austria e Germania, ma soprattutto dalla successiva diffusione nel continente americano. Ora la domanda sorge spontanea: come mai un alimento come i wurstel – dalle caratteristiche non esattamente salutari – è riuscito a farsi largo tra i meandri della nostra dieta mediterranea? La risposta, oltre che nel loro irresistibile gusto, è da ricercarsi nell’estrema facilità e versatilità di preparazione. I wurstel, infatti, che siano di pollo, di tacchino, di manzo o di maiale, si prestano a essere cucinati in moltissimi modi diversi: anche se il metodo di cottura più comune rimane quello in padella, i wurstel possono essere cotti anche alla griglia, al forno, al microonde, bolliti o al vapore. Insomma, c’è n’è davvero per tutti i gusti. Perfetti come piatto base di una colazione ricca e sostanziosa, magari accompagnati da uova strapazzate, o come protagonisti di aperitivi o golosi spezza fame notturni, per cucinarli dovrete attenervi ad alcuni semplici passaggi. Vediamo insieme allora tutti i modi per cucinare i wurstel così da poterli preparare in qualsiasi occasione.

  1. wurstelBolliti. Innanzitutto è bene sapere che esistono diversi modi per bollire i wurstel: potete immergerli in abbondante acqua fredda e toglierli dalla pentola non appena l’acqua avrà iniziato a bollire oppure aggiungerli solo al raggiungimento del bollore lasciandoli cuocere per circa 5 minuti. O ancora, tuffare i wurstel in acqua calda ma a fuoco spento, facendoli raffreddare dentro la pentola fino a che non dovrete servirli. Quale che sia la tecnica che deciderete di adottare, una volta lessati potrete utilizzare i vostri wurstel nella realizzazione di una vasta gamma di ricette: potete aggiungerli per arricchire le vostre insalate – come per esempio quella alla viennese a base di pomodori, cetrioli e cubetti di formaggio – unirli a golose e sostanziose frittate, o ancora realizzare dei semplicissimi vol-au-vent per uno spuntino salato.
  2. wurstel microondeAl microonde. Per velocizzare ancora di più la cottura dei wurstel, che già di per sé richiede davvero pochissimi minuti, potete utilizzare il microonde senza il rischio di rinunciare a una perdita di gusto e sapore. Per prima cosa, procedete scegliendo un contenitore adatto a questo tipo di cottura – meglio se con un coperchio – e ricordatevi sempre di bucherellare in superficie i vostri wurstel in modo da ottenere una cottura il più possibile omogenea. Una volta pronti, posizionate i wurstel a una leggera distanza tra loro e cuoceteli per circa 2 minuti alla massima potenza. Per evitare spiacevoli sorprese è comunque necessario controllare che siano effettivamente cotti a puntino: quando noterete che i taglietti praticati in superficie inizieranno ad aprirsi vuol dire che è il momento di servirli. A questo punto potrete gustarli come più preferite: conditi semplicemente con il ketchup o accompagnati da un contorno di verdure. O ancora, tagliati a cubetti e uniti a primi piatti a base di farro o insalate di riso.
  3. hot dogIn padella. Un grande classico dello street food tedesco, da gustare in compagnia di una dissetante birra ghiacciata: i wurstel con i crauti non saranno più un must da assaporare solo ed esclusivamente durante i vostri viaggi, perché preparali in casa sarà davvero semplicissimo. Innanzitutto munitevi di una padella antiaderente, fate imbiondire uno spicchio d’aglio in un paio di cucchiai di olio e aggiungete gli aromi che preferite, come per esempio l’alloro e la maggiorana. Intanto pulite i vostri crauti, soffriggeteli in padella, sfumando di tanto in tanto con del vino bianco, e lasciate insaporire per qualche minuto. Aggiustate di sale e di pepe e fate cuocere la verdura per almeno 20 minuti. A parte, in un’altra pentola sbollentate leggermente i wurstel e uniteli ai crauti. Saltate il tutto per qualche minuto e serviteli con abbondante senape.
  4. wurstel alla grigliaAlla griglia. All’elenco degli ingredienti che renderanno la vostra grigliata in compagnia un vero successo, non possono di certo mancare i wurstel. Per ottenere una cottura perfetta ed evitare che il vostro tallone d’Achille sia rappresentato proprio dai wurstel, seguite questi semplici trucchetti. Per avere un risultato morbido e succulento, ma al tempo stesso dorato e saporito, dovrete riscaldare la griglia qualche minuto prima di iniziare la cottura. Quando sarà bella calda, adagiate i wurstel – a cui avrete precedentemente praticato dei tagli trasversali in superficie – in modo che il calore si diffonderà uniformemente all’interno della carne. Prestate continua attenzione durante la cottura, girandoli frequentemente da ogni lato: considerate un tempo massimo di circa 6-7 minuti per parte. Ma non finisce qui, perché è importante sapere che i wurstel, a differenza di molte tipologie di carne o di pesce, non vanno mai marinati o conditi con salse prima della cottura alla griglia: in questo modo perderanno il grasso in eccesso e saranno pronti per essere conditi con senape, maionese, ketchup o salsa rosa.
  5. wurstel in sfogliaAl forno. Avete mai provato i wurstel al forno? Se siete scettici sull’applicazione di questo metodo di cottura dovrete ricredervi: preparare i wurstel al forno infatti vi consentirà di sbizzarrirvi in ricette molto più elaborate e ricche di ingredienti. Partiamo dall’aperitivo e dalla ricerca del finger-food perfetto: per viziare il palato dei vostri ospiti provate a realizzare dei facilissimi mini rustici di pasta sfoglia ripieni di wurstel. Tagliate la pasta in tante striscioline rettangolari, spennellate con un tuorlo d’uovo, arrotolate i vostri wurstel e cuocete in forno a 200° per circa 15 minuti. Se invece, cercate l’idea giusta per un secondo piatto gustoso e saporito, potete realizzare delle succulente torte salate con wurstel e verdure (spinaci, peperoni o bieta), cuocendo il tutto rigorosamente in forno. E ancora, se siete amanti della pizza e volete sperimentarne una versione alternativa, preparate un pan brioche salato farcito con mozzarella a dadini, pomodorini e wurstel.
  6. wurstelAl vapore. Se di solito la cottura al vapore si associa ad ingredienti sani e leggeri – come pesce, verdure e carni bianche – nel caso dei wurstel il risultato, anche se più calorico e sostanzioso, merita senz’altro di essere sperimentato. Provate ad accompagnare i wurstel al vapore con le patate, precedentemente sbollentate e tagliate a tocchetti: incideteli col coltello per il senso della lunghezza e metteteli in una vaporiera riempita di acqua. Adagiate le patate sul cestello superiore e dopo 10 minuti di cottura posizionate anche i wurstel continuando a cuocere per altri 10 minuti. A cottura ultimata, condite a vostro piacimento e servite immediatamente.

I commenti degli utenti