Festeggiare il Capodanno Cinese a Roma e Milano: gli appuntamenti imperdibili

14 febbraio 2018

Per i cinesi è l’evento più importante dell’anno e adesso sta diventando un appuntamento fisso anche in Italia. Parliamo del Capodanno cinese, la Festa di Primavera con cui si celebra l’inizio del nuovo anno secondo il calendario cinese, che quest’anno cade il 16 febbraio, giorno in cui si lascerà l’anno del Gallo per entrare in quello del Cane. Celebrazioni con fuochi artificiali e danze si tengono in tutta la Cina, ma anche nelle Chinatown sparse per il mondo. A chiudere i festeggiamenti è la festa delle lanterne, festeggiata con una parata che sfilano portando luci colorate.

jau gok

Tanti i piatti che richiamano felicità, gioia e abbondanza, in cui nulla è lasciato al caso, dalla preparazione al modo in cui servirli. Come da tradizione, innanzitutto le tagliatelle di riso miantiao, che non devono mai essere spezzate, perché simbolo di longevità, quindi gli gnocchi di riso e i ravioli jau gok, di carne e verdure, la frutta prescelta ha colore dorato e forma rotonda a significare ricchezza e pienezza a forma di lingotto o sacchetto di monete, che rappresentano la ricchezza. Piatto forte della festa il pesce, da servire bollito, brasato o cotto al vapore. Nella scelta sono importanti sia la specie, sia la posizione del pesce nel piatto: la testa deve essere rivolta in direzione degli anziani o dell’ospite d’onore in segno di rispetto, che sarà la prima a cominciare a mangiarlo. Quindi i dolci: dalla torta di riso agglutinato, simbolo di un aumento di salario o di una promozione, alle palline di riso dolci, simbolo dell’unione in famiglia. Quindi mandarini, arance, pomelo, tutti dal colore dorato e la forma rotonda, a significare ricchezza e pienezza.

Roma

capodanno-cinese-roma

A Roma i festeggiamenti si sono già aperti sabato scorso a piazza del Popolo, ma gli spettacoli proseguiranno ancora: stand e parate sono infatti previste per domenica 18 dalle 13 alle 16 nei giardini di piazza Vittorio Emanuele, quando la comunità cinese della Capitale onorerà ancora i festeggiamenti. Oltre alla tradizionale danza del Leone, con canti e balli della tradizione in cui si esibiranno adulti e bambini, saranno inoltre allestiti stand dove sarà possibile assistere a dimostrazioni di arte, cucina e calligrafia.

Milano

via paolo sarpi

A Milano, fulcro dei festeggiamenti rimane la Chinatown milanese per eccellenza, ovvero via Paolo Sarpi, dove ogni anno si tiene la tradizionale e coloratissima parata, quest’anno prevista per domenica 18 febbraio: uno spettacolo tra dragoni di carta, ombrellini colorati, figuranti, musica e danze tradizionali. alcuni ristoranti hanno previsto menu speciali per l'evento Menu speciali sono invece previsti in alcuni locali, come il Mandarin Oriental Hotel, dove ci sarà James Hu, cuoco del ristorante Yong Yi Ting del Mandarin di Shangai, che fino a sabato 17 proporrà un menu di quattro portate con merluzzo alla Shanghai, consommé di pollo con vongole e gelsomino, polpetta di astice, guancia di manzo con tartufo nero e abalone. Il nuovo Chateau Dufan di via Sarpi, invece, proporrà alcune modifiche al menu dedicate alla festa; in zona piazza Gerusalemme, il ristorante Bon Wei accompagnerà l’ingresso del nuovo anno con l’aggiunta al menu degli gnocchi di riso, che vi rimarranno fino a fine febbraio.

I commenti degli utenti