E voi lo mangereste il Tacro, il nuovo ibrido tra taco e croissant?

16 febbraio 2018

È uno dei primi food trend del 2018, si chiama tacro e nasce dall’unione di un croissant e un taco, lo street food messicano. Lo hanno creato le menti diabolicamente golose di Vive la Tarte, forno-pasticceria di San Francisco che, da solo, varrebbe una visita in California. un ibrido salato tra il taco messicano e il croissant francese Proprio come il taco, il tacro è una tasca farcita con carne, verdure e salsa, ma invece di essere fatta di farina di mais è realizzata con la sfoglia dei croissant, ripiegata su sé stessa e cotta fino a perfetta doratura. Jimmy Houghton, direttore creativo della bakery californiana, ha rivelato la genesi del tacro, risultato di due mesi di tentativi ed errori: “Abbiamo provato a farcire il nostro normale impasto per croissant con carne di maiale e pollo, ma all’inizio i sapori non combinavano per niente bene. La sfoglia classica era troppo ricca, troppo burrosa, troppo dolce. Così, ci siamo rimessi al lavoro e l’abbiamo resa leggermente più salata e asciutta“.

tacro-2

Per ora, i tacros sono previsti in tre varianti: pollo e avocado, pulled pork e ananas e per i vegetariani jackfruit alla griglia (anche questa segnatevela, perché il jackfruit sta spopolando come alternativa all’hamburger di carne), il tutto sempre accompagnato da insalata, fettine di lime, germogli e ravanelli. E presto, dicono da Vive la Tarte, arriveranno altri gusti, come il tacro uova e pancetta, oltre a un misterioso tacro per la colazione. Chi l’ha già assaggiato, oltre a fotografarlo ha anche detto la sua: secondo alcuni, mangiarlo non così facile, perché il ripieno troppo pesante impregna dopo pochi minuti la delicata base di sfoglia, che rischia di sfaldarsi lasciando uscire tutto il ripieno. Ma Houghton ha assicurato che nelle cucine stanno già correndo ai ripari.

tacro-3

Probabilmente, in Italia il tacro non susciterebbe altrettanto clamore: qui già abbiamo a che fare con tasche ripiene come quella del trapizzino romano, che un anno fa sbarcava a New York, nonché con la cara vecchia sfoglia salata, che in molte zone d’Italia è abitualmente servita al bar proprio sotto forma di croissant farcito. Mentre ci domandiamo se il tacro sia più o meno buono del trapizzino, e se sia destinato ad avere la stessa fortuna del sandwich, possiamo ammirarlo in tutta la sua esagerata generosità seguendo l’hashtag #tacro su Instagram.

I commenti degli utenti