È allerta per un carico di cozze contaminate

22 marzo 2018

Cozze provenienti dalla Spagna contaminate da escherichia coli: a lanciare l’allerta è il Rasff, il sistema di allerta europeo rapido per la sicurezza alimentare, ma non si conoscono i numeri specifici dei lotti contaminati. Nel nostro Paese, il ritiro del cibo è già stato avviato in via cautelare, a tutela della salute di tutti i consumatori, ed è stato diffuso in tutta Italia, da nord a sud, perché i mitili sarebbero stati già immessi sull’intero mercato nazionale. Il batterio dell’e.coli si trova nelle acque inquinate da feci e colpisce l’apparato digerente, provocando nausea, forti crampi addominali, diarrea, vomito.

cozze alla marinara

Il sistema di allerta invita quindi tutti a prestare la massima attenzione e a non consumare le cozze vive senza prima sottoporle al controllo dal servizio igiene degli alimenti e nutrizione della Asl locale. Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, ricorda che “il consumo dei molluschi bivalvi è considerato uno dei principali responsabili di trasmissione all’uomo di diverse malattie d’origine batterica e virale nonché intossicazioni da enterobatteri. Pertanto, invito chiunque avesse acquistato questo prodotto a consumarlo ben cotto evitando il consumo di prodotti crudi“.

I commenti degli utenti