Il fonio: un cereale ricco di proprietà benefiche

30 marzo 2018

È considerato il cereale più antico dell’Africa occidentale, in quelle terre remote è presente da oltre cinquemila anni. Da qualche tempo si sta diffondendo in altri continenti, anche grazie alle sue incredibili proprietà benefiche, e l’Unione Europea ha persino stanziato dei fondi per la sua produzione: stiamo parlando del fonio, che ha tutte le carte in regola per scalare la classifica dei superfood.

IL CEREALE D’ORO

fonio-1

Il fonio è un alimento fondamentale in molte regioni africane, soprattutto in quelle appartenenti alla savana, poiché non teme l’aridità del terreno e cresce anche in zone che per altri tipi di cereali risultano completamente inadeguate. È definito cereale d’oro per le sue numerose virtù e, nonostante le sue origini a dir poco datate, in molti ritengono che nel futuro possa diffondersi a livello mondiale. Ha un notevole potere nutritivo, è ricco carboidrati, aminoacidi, vitamine e sali minerali, soprattutto calcio, magnesio e zinco. È gluten free, di conseguenza prezioso per i celiaci. Il fonio è molto indicato per i diabetici e per i celiaci Molto amato dai vegani, il fonio ha anche un indice glicemico basso, è assorbito lentamente nel corpo e non causa picchi nei livelli di zucchero nel sangue, di conseguenza è molto indicato per i diabetici. In Africa si usa consumarlo pure quando si hanno disturbi di stomaco, è altamente digeribile e combatte la stitichezza. Essendo ricco di fibre, inoltre, risulta molto saziante e quindi può essere un perfetto alleato per chi deve perdere peso.

UN ALIMENTO BIOLOGICO

fonio

Il fonio ha un unico difetto che per lungo tempo ne ha parzialmente compromesso la produzione: il chicco è talmente piccolo da rendere molto difficoltosa la rimozione della buccia. Il fonio è un cereale biologico Un problema, questo, fortunatamente superato grazie ai moderni strumenti tecnologici, che hanno permesso di incrementare notevolmente le quantità disponibili. Anche per questo motivo è iniziata la sua diffusione oltre i confini africani. La pianta giunge a maturazione nel giro di 6-8 settimane e si adatta ai suoli poveri di acqua; questo cereale può essere considerato biologico, in quanto produce da sé le necessarie sostanze antiparassitarie e non occorre procedere con trattamenti ad hoc. Esistono due varietà di fonio: quello bianco e quello nero. Quest’ultimo è decisamente più raro.

COME SI MANGIA

shutterstock_503350189

Il fonio può essere utilizzato come il riso, la semola e il cous cous, per quanto riguarda i condimenti non c’è alcun limite: sta bene con tutto. La sua presenza nelle zuppe di legumi è un indiscutibile valore aggiunto in termini di gusto. Macinati e ridotti in farina, inoltre, i chicchi possono essere essere uniti ad altri tipi di farina per la preparazione di pasta, pane e addirittura polpette. Il fonio può essere fatto scoppiare in padella proprio come il mais: il risultato è un’inedita versione di popcorn. E passando dal cibo alle bevande, sappiate che dai chicchi di fonio si ricava una speciale birra africana chiamata tchapalo.

I commenti degli utenti