Sapore istantaneo: 9 dadi da brodo dal mondo

11 aprile 2018

Hanno più o meno un secolo e sulle loro sfavillanti confezioni siamo abituati a vedere pettinatissime signore che ci sorridono con monumentali cucchiai, o una natura morta di fungo e carote, che ricorda da vicino una delle peggiori carte del mercante in fiera. anche nel resto del mondo il dado da brodo, artigianale o meno, non manca Si tratta del dado da brodo, un cubetto magico che prima o dopo capita anche nelle cucine delle migliori famiglie. I gusti sono vari: tra i più tradizionali comprendiamo almeno vegetale, carne bovina, carne di pollo, pesce. Normalmente, ci sono dentro sale, grassi vari e, spesso, glutammato. Il dado da brodo nasce per non doversi frustrare con molte pentole e molti taglieri, ma dovesse mai passarvi per la testa di farlo in caso e conservarlo per insaporire i vostri piatti espressi, prendete un litro di brodo (di carne, pesce o verdure), fatelo ridurre con un bicchiere di vino (rosso o bianco a seconda dei casi), fino a ottenere un decilitro di fondo. Se lo riponete in surgelatore, potrete usarlo a lungo. Se vi incuriosisce invece sapere con quali prodotti fuori dall’Italia i nostri fratelli sbrigativi insaporiscano i loro piatti, ecco una veloce panoramica: 9 dadi da brodo da tutto il mondo.

  1. kalloKallo Organic (Francia). La linea Kallo è la sovrana francese dei dadi da brodo; con illustrazioni evocative e dal sapore lievemente antiche incarta tonnellate di cubetti di insaporatori che ci guidano verso ogni possibilità di brodo: dal classico manzo, al just bouillon di verdure miste, passando attraverso aglio, cipolla e erbe, pomodoro e erbe, pollo allevato in allevamenti biologici. Per i più raffinati propone anche un profondo dado a base di funghi.
  2. oxoOxo. Le confezioni Oxo si riconoscono da lontano, per la gigantesca X (sulle altre due facce troverete altrettanto enormi O) che caratterizza il marchio. Anche Oxo propone i sapori classici (manzo, pollo, verdure) accanto a quelli più decisi, come l’agnello.
  3. marigoldMarigold (Svizzera). Per un condimento sapido e ben avvertibile, tutti i vegani di Svizzera si affidano a Marigold, con che con la linea Engevita propone un lievito in confezioni da 125 grammi, sufficiente per (ci assicurano) 25 preparazioni. Il sapore che ci promettono è quello stuzzicante di formaggio, con un raffinato retrogusto di nocciola.
  4. bovrilBovril (UK). Sul web esistono chef pigri che per tentare un perfetto arrosto stufato in versione Britannica o qualunque altra ricetta tradizionale inglese, ci consiglia di affidarci a delle schiette cucchiaiate di Bovril. Si tratta di un fondo saporito che troverete già pronto in barattolo, o ridotto nei più tradizionali cubetti. Si tratta di estratto addensato del succo della carne; si può scegliere tra pollo, manzo e una ecumenica versione mista.
  5. hondashiHondashi Ajinomoto (Giappone). Chi è sempre attratto dall’Oriente e dalla miracolosa capacità dei cuochi asiatici di creare portate saporitissime e non identificabili, può avventurarsi nella ricerca dell’Hondashi Ajinomoto, quando di più vicino ai nostri dadi. Nonostante la scrittura in ideogrammi, potrete spaziare tra polveri, panetti e fondi liquidi, sempre con l’ambizione di superare il vostro take away preferito.
  6. chefs-larderChef Larder. Se vivete quasi solo di brodo, ma non sapete sbucciare le carote, Chef Larder fa per voi perché vende in veri e propri stock confezioni da 60 dadi, cioè seicento grammi in cubetti di insaporitore. I gusti sono i più classici: quelli di carne a base di pollo e quelli vegetali a base di verdure miste.
  7. mountain-houseMountain House. Con i barattoli in cui normalmente noi mettiamo il caffè d’orzo o le bustine per la pappa dei gatti, Mountain House serve invece un’infinità di piatti già pronti, che vanno dalle Fettuccine Alfredo, alla lasagna, passando per i più esotici Tikka Masala e riso al curry. Ma per cercare di soddisfare anche i clienti più operosi – quelli che non si accontentano di accendere il microonde, ma vogliono anche mescolare col cucchiaio – Mountain House ha studiato una serie di preparati per dare più sapore ai Maccheroni al formaggio o al pollo speziato.
  8. veconVecon Vegetable (Australia). In Australia è l’insaporitore più diffuse tra i vegetariani, in quanto, oltre al gusto concentrato, vanta una specifica aggiunta di sostanze normalmente carenti nelle diete prive di carne e pesce. Gli ingredienti sono polvere vegetale disidratata (di cipolla, pomodoro, aglio, sedano, prezzemolo), alghe, soia, mais, estratto di lievito, pepe e peperoncino, estratto di carota, solfato ferroso, vitamine C e B12.
  9. gallina-blancaGallina Blanca (Spagna). Presente in Spagna, con sede a Barcellona, fin dal 1937, il marchio Gallina Blanca si può trovare oggi in ben settanta paesi. Dal dado originale, quello a base di estratto di carne argentina e verdure miste, si è passati a una linea vastissima di prodotti, che racchiudono tutte le possibilità delle minestre: dalle lenticchie Rioja ai ceci con chorizo, passando per zucca, pollo, funghi, legumi misti e, addirittura, salsa al Roquefort.

I commenti degli utenti